Rassegna del 25 Febbraio 2018

LA STAMPA

Minori e alcol, Gattinara dice no: arrivano multe e divieti

Troppi giovani ubriachi nel weekend: ordinanza firmata dal sindaco Baglione

GIUSEPPE ORRÙ

GATTINARA , 24/02/2018 - Pronta l’ordinanza per arginare il fenomeno dei giovanissimi ubriachi che affollano il centro di Gattinara nelle sere del fine settimana. Un fenomeno preoccupante e che causa non pochi disagi, oltre a essere contro la legge, che vieta la vendita di alcolici ai minori di 18 anni. Divieto facilmente aggirabile, come testimoniano bottiglie (magari acquistate al supermercato) e bicchieri (a volte ordinati al bar da maggiorenni e poi ceduti ai più piccoli) che di certo non mancano tra ragazzini di 14-16 anni a passeggio per le vie del centro.

Il Comune ha predisposto i cartelli che ricordano il divieto di somministrazione ai minorenni che, insieme a una copia dell’ordinanza, saranno distribuiti a tutti gli esercizi pubblici di Gattinara. L’ordinanza firmata dal sindaco Daniele Baglione contiene tre divieti. Per i minori di 18 anni è vietato circolare nelle vie pubbliche con bevande alcoliche, in qualsiasi contenitore esse siano. Trasgredire costerà una multa che va dai 50 ai 200 euro. Sempre per i minorenni, è vietato allontanarsi oltre i 15 metri dal locale portando con sé bottiglie, bicchieri o contenitori in vetro: anche in questo caso la sanzione va dai 50 ai 200 euro.

Il terzo divieto invece riguarda anche i minorenni ed è ridondante, considerando il regolamento di polizia urbana: consiste infatti nel divieto di gettare, abbandonare o lasciar cadere al suolo bicchieri, bottiglie, rifiuti, immondizia o qualsiasi oggetto o liquido che insudici il suolo. La multa oscilla dai 50 ai 300 euro. Ma se il sabato sera dormire in centro è diventato difficile e la domenica mattina bottiglie e bicchieri sono sparsi ovunque non è certo solo colpa di adolescenti alle prime sbornie. Ci sono anche maggiorenni e padri di famiglia che si segnalano per comportamenti non certo esemplari: «L’intensificazione dei controlli - dice Baglione - riguarda anche i maggiorenni. In questo caso intervengono le norme già previste dal regolamento di polizia urbana e dal Codice civile e penale, come l’ubriachezza molesta e altri comportamenti perseguibili».

L’ordinanza è stata concordata con i gestori dei locali, che al momento sono gli unici presi di mira dalla legge che, come ricorda l’ordinanza, punisce con una sanzione amministrativa da 250 a 1.000 euro chi vende alcol ai minorenni. Se il fatto si ripete, la multa sale da 500 euro a 2.000 euro, con sospensione dell’attività per tre mesi. Se gli alcolici vengono serviti ai minori di 16 anni, allora interviene addirittura il Codice penale.

 

COMUNE DI TORINO

Torino Cocktail Week: evento sull'uso consapevole dell'alcool

da Lunedì 19 Marzo 2018 a Domenica 25 Marzo 2018

Torino ospiterà da lunedì 19 a domenica 25 marzo la seconda edizione della Cocktail Week, settimana dedicata alla miscelazione di qualità, in cui i migliori bartender della città si uniranno in un percorso di degustazioni, seminari e workshop, sfide e spettacoli di flair per promuovere un uso consapevole dell’alcool attraverso la narrazione dei prodotti, delle tecniche innovative e delle tradizioni.

Un itinerario guidato tra i 40 tra i migliori locali della città, che creeranno cocktail in edizione limitata, e disegneranno una mappa della miscelazione da scoprire nel corso della settimana, proponendo una vasta scelta di drink alcolici e analcolici realizzati ad hoc per l’occasione.

Il programma completo della Torino Cocktail Week sarà consultabile sul sito www.cocktailweektorino.it.

Previsto un "cocktail pass", che garantirà sconti sui cocktail speciali preparati per la manifestazione, la partecipazione ai workshop e alle masterclass per esperti e appassionati, laboratori per approfondire l’arte della miscelazione e l’accesso al Cocktail Village, base del festival.

Si può comprare il pass online alla cifra di 15 euro. (*)

 

(*) Nota: pubblicità e vendita di alcolici mascherata da prevenzione.

 

ESTENSE

Ubriachi, lanciano oggetti sui binari e attaccano i carabinieri

Arrestati e condannati due uomini di 24 e 31 anni che venerdì notte hanno messo a rischio anche il passaggio dei treni

Sarebbe potuta finire malissimo la notte alcolica di due uomini di 24 e 31 anni, che venerdì notte ne hanno combinate di ogni colore alla stazione di Ferrara.

I due, entrambi marocchini, ubriachi, si sono messi a discutere in maniera molto animata, al punto di prendersi a spintoni, mentre si trovavano nella banchina del primo binario. Uno di essi è anche caduto, mentre quello rimasto in piedi si è messo a gettare oggetti sui binari mentre transitavano i treni.

Sul posto, chiamati dal personale delle Ferrovie dello Stato, sono immediatamente arrivati i carabinieri del Norm e della stazione di corso Giovecca, che hanno avuto un bel da fare per prenderli, dato che i due si sono scagliati violentemente anche contro i militari. Alla fine, però, è probabilmente è stato un bene anche per loro, sono stati tratti in arresto e denunciati per resistenza e violenza a pubblico ufficiale e attentati alla sicurezza dei trasporti.

Il tutto è accaduto verso le 22, quando il personale delle Ferrovie ha chiamato il 112 segnalando la presenza di due soggetti stranieri che, urlando frasi sconnesse, si spintonavano violentemente sulla banchina. Si tratta di Boudraa Abdelhak (31 anni, quello caduto per terra) e Achraf Olbani (24 anni) che ha continuato scagliando sui binari un cestino dei rifiuti, due secchi in plastica, tre spazzoloni per le pulizie e un borsone di grosse dimensioni contenente materiale per le pulizie, mentre erano in transito treni.

La pattuglia del Norm giunta subito sul posto, li ha trovati in stato di grande agitazione ed in evidente condizione di ubriachezza – che, nei pressi del binario 1 -, discutevano animatamente tra loro continuando a bere da una confezione di vino in tetrapak.

I due, all’invito di esibire i documenti di identità, hanno assunto repentinamente un atteggiamento ostile, scagliandosi contro i carabinieri con violenti spintoni, tanto da far cadere a terra il brigadiere capo equipaggio, il quale, tuttavia, non ha riportato lesioni. È stato quindi necessario l’arrivo di una seconda pattuglia, della stazione di corso Giovecca, con l’ausilio della quale i due stranieri sono stati finalmente bloccati.

Gli arrestati sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza della caserma in attesa del processo con rito direttissimo celebrato nella giornata di sabato davanti il tribunale monocratico, che li ha condannati entrambi a 8 mesi di reclusione, con il divieto di ritornare a Ferrara.

 

LIGURIA24

Ubriaco, provoca un incidente ai Colli schiantandosi contro auto in sosta e poi fugge

di Redazione Cronaca

Denunciato dalla Polizia di Stato.

LA SPEZIA 24 febbraio 2018– In preda ai fumi dell’alcol, al volante di un fuoristrada di colore rosso si è schiantato ai Colli contro un’auto in sosta, dandosi poi alla fuga. ma la Polizia di Stato l’ha successivamente fermato e denunciato. L’incidente si è verificato ieri sera attorno alle 20,15 all’altezza dell’incrocio con via Milano. Le Volanti della Polizia di Stato hanno fermato l’auto nei pressi dell’abitato di Sarbia. Alla guida dell’auto, che presentava evidenti danni sulla parte anteriore destra e aveva una gomma forata e che risulta intestata a una spezzina. si trovava un uomo completamente ubriaco e in stato confusionale. Gli agenti l’hanno sottoposto all’alcoltest: il primo esame effettuato alle 21,30 dava 2,02 grammi al litro, il secondo subito dopo 1,97. A recuperare l’auto è intervenuta la figlia dell’uomo. Questi, dopo gli accertamenti a suo carico, è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza. L’altra auto danneggiata è una Kia Picanto intestata a una donna residente a Lucca e che è stata informata dell’accaduto dagli agenti della Polizia di Stato.

A cura di Alessandro Sbarbada, Guido Dellagiacoma, Roberto Argenta

All'interno della Rassegna Stampa vengono pubblicati gli articoli di altre testate giornalistiche complete di eventuali nomi propri di persone coinvolte nei fatti.,pertanto chiunque voglia cancellare il proprio nome da un articolo pubblicato potrà farlo semplicemente mandando una mail a info@acatversilia.org indicando il proprio nome e l'indirizzo dell'articolo in questione