Rassegna del 14 Agosto 2017

IL PROBLEMA DELL’UBRIACHEZZA TRA I GIOVANISSIMI

 

SI UBRIACA IN PIAZZA, 15ENNE RICOVERATA

Pavia: soccorsa dal 118, adesso è fuori pericolo. Indagini aperte per scoprire chi ha venduto gli alcolici alla ragazza

di Adriano Agatti

PAVIA. 14 agosto 2017 - Ubriaca a 15 anni. Ubriaca al punto di finire all’ospedale. La ragazzina si è sentita male in piazza della Vittoria sabato sera: è stata soccorsa dal personale del 118 ed è stata accompagnata al pronto soccorso dell’ospedale San Matteo. All’arrivo le condizioni erano serie ma le cure immediate hanno evitato che la situazione degenerasse.

La vicenda, avvenuta nella notte tra sabato e domenica, ripropone per l’ennesima volta il problema dell’ubriachezza tra i giovanissimi che, bevendo superalcolici, non si rendono conto di correre rischi molto gravi.

Ma non solo: l’aspetto più inquietante della vicenda riguarda soprattutto chi vende gli alcolici anche a ragazzini di undici o dieci anni. Le sanzioni, tra l’altro, sono molto pesanti e alcuni gestori di bar sono stati multati sia dagli agenti della polizia locale che dal personale della questura. Non è peraltro escluso che la compagnia di cui faceva parte la ragazzina si fosse procurato l'alcol altrove.

Il malore di piazza della Vittoria si è verificato poco dopo la mezzanotte tra sabato e domenica. La ragazza era in compagnia di alcuni amici. Una serata come tante altre. Ma avrebbe bevuto più del solito e, all’improvviso, si è accasciata al suolo.

La quindicenne ha iniziato a vomitare e le sue condizioni sono subito sembrate molto serie. Sia i gestori del locale che gli amici hanno cercato di soccorrerla ma, alla fine, hanno preferito chiedere l’intervento del personale del 118. Per fortuna la ragazzina non aveva perso i sensi. E' stata caricata in ambulanza ed è stata subito trasportata in ospedale. Il personale del pronto soccorso ha subito avvisato i genitori che, al termine delle cure, l’hanno riportata a casa. Per la ragazzina solo una brutta avventura che non avrà conseguenze per la sua salute.

 

https://www.pressreader.com/italy/corriere-adriatico-ancona/20170814/281492161421394

RAGAZZINI SBALLATI DI ALCOL A 16 ANNI IN COMA ETILICO

Soccorsa a Senigallia. Secondo caso in pochi giorni Caccia agli esercenti che vendono bottiglie ai minori

Corriere Adriatico (Ancona)

Sabrina Marinelli

In coma etilico a 16 anni. La 16enne, trovata riversa a terra, è stata soccorsa da un’ambulanza e trattenuta in all’ospedale. Mentre la polizia ha anche ascoltato gli amici pare ci sia una certa omertà nel riferire dove questi ragazzini si procurino da bere. È il secondo caso in pochi giorni.

SENIGALLIA, 14 agosto 2017 - Una sedicenne senigalliese soccorsa in coma etilico sul lungomare Alighieri. Il secondo caso in pochi giorni e il Commissariato chiede la collaborazione del popolo della notte per risalire a chi fa ubriacare i minorenni. Non si tratta di un cocktail proibito ma, per arrivare a perdere i sensi, questi ragazzini devono aver bevuto parecchi bicchieri.

Proprio come accaduto alla 16enne che nella notte tra sabato e domenica è stata trovata riversa a terra. Sul posto è dovuta intervenire un’ambulanza che l’ha soccorsa. La minore è stata trattenuta in osservazione mentre la polizia ha contattato i genitori, che l’hanno raggiunta in ospedale. Gli agenti hanno anche ascoltato gli amici ma pare ci sia una certa omertà nel riferire dove questi ragazzini, non è il primo caso, si procurino da bere. Nei giorni scorsi un altro minorenne era finito in coma etilico sempre nei pressi dello stesso locale su cui adesso è concentrata l’attenzione della polizia.

Un bar era già stato sanzionato per aver venduto alcol ad un minorenne senza chiedere il documento. In quel caso gli agenti in borghese avevano assistito personalmente alla scena ed erano quindi intervenuti. Gli amici della 16enne non avrebbero visto nulla. C’era tanta gente, l’avevano persa di vista e poi ritrovata già priva di sensi. Altri giovani riferiscono che siano i maggiorenni ad offrire alcol alle minori e in altri casi che lo acquistino per chi non può. In questo modo i locali vendono anche più cocktail alla stessa persona che poi li distribuisce. C’è chi si porta l’alcol da casa dentro gli zaini e che spesso proprio i genitori sono complici, perché tollerano o giustificano i figli che vengono trovati sbronzi.

Il precedente

Alcuni giorni fa era accaduto anche sul lungomare Marconi. Un 16enne si era ubriacato ad una festa in spiaggia e insieme ad un amico aveva danneggiato delle piante. La polizia lo aveva sanzionato per ubriachezza in luogo pubblico, multa che dovrà pagare il padre che si era scusato con gli agenti. I controlli, anche in borghese, in occasione della lunga notte di Ferragosto verranno intensificati già da questa sera per evitare che si trasformi in una festa alcolica per troppi giovani, soprattutto minorenni.

Il Commissariato ora chiede la collaborazione del popolo della notte

 

“IL CONSIGLIO DA TENERE A MENTE A QUALUNQUE ETÀ È CHE CI SI PUÒ DIVERTIRE ANCHE SENZA BERE”

 

http://www.newsicilia.it/cronaca/giovani-rischio-quando-bicchiere-in-costa-vita/258441

GIOVANI A RISCHIO, QUANDO UN BICCHIERE IN PIÙ COSTA LA VITA

CATANIA14 ago 2017 - - La notte più attesa dell’estate spesso diventa – soprattutto per i ventenni – il momento più atteso per consumare grandi quantitativi di bevande alcoliche rischiando, però, di imbattersi in pericolose conseguenze per se stessi (come il coma etilico o difficoltà respiratorie) o per gli altri (causando incidenti stradali anche mortali). Come comunica l’istat, infatti, nel 2015 le vittime sulla strada a causa dell’alcol sono state 16 mila 449 solo in Sicilia, di cui 1.328 di età compresa tra i 18 e i 20 anni.

Anche se ormai praticamente ovunque – nelle discoteche, negli stabilimenti balneari, nelle spiagge libere aperte tutta la notte e in tutti i locali in centro – compaiono divieti circa l’introduzione di alcol e la vendita a minorenni, la maggior parte dei frequentatori notturni si comporta come se tutto fosse lecito.

Puntualmente si verificano malori a volte molto gravi che, se sottovalutati, possono portare anche alla morte: infatti, l’alcol tende a far dilatare arterie e vene del nostro corpo, provocando un abbassamento della pressione sanguigna, che porta successivamente ad uno stato di ipotermia, una condizione grave che va ad incidere direttamente sulle funzioni vitali del nostro organismo.

Il risultato è che stanotte, notte di ferragosto, passata all’insegna del divertimento in compagnia di amici, può facilmente e velocemente trasformarsi in tragedia per colpa di qualche bicchierino di troppo bevuto senza pensarci sufficientemente. Il consiglio da tenere a mente a qualunque età è che ci si può divertire anche senza bere rispettando in questa maniera non solo le regole della pubblica sicurezza, ma soprattutto la vita propria e delle persone che ci circondano.

 

PER FAR FESTA C’E’ ANCORA BISOGNO DI BEVANDE ALCOLICHE E DROGA

 

http://www.tio.ch/News/Svizzera/Cronaca/1159233/La-notte-non-porta-consiglio-botte-droga-e-un-ferito-grave-alla-Street-Parade

LA NOTTE NON PORTA CONSIGLIO: BOTTE, DROGA E UN FERITO GRAVE ALLA STREET PARADE

ZURIGO, Un 24enne svizzero è stato accoltellato e rischia la vita. 130 persone provenienti da 25 paesi sono state arrestate. 526 i festaioli soccorsi per abuso di alcool o droghe. 19 i ricoveri

ZURIGO 13/08/2017 -- 130 persone arrestate. 526 soccorse per abuso di alcool o droghe. Un ferito grave accoltellato durante la notte. È stata una nottata difficile per i poliziotti e i sanitari attivi alla Street Parade, dopo che la giornata si era svolta senza incidenti di rilievo.

Diverse risse, un ferito grave - Nonostante delle misure di sicurezza molto efficaci, l'aggressività è montata durante la notte. La polizia zurighese - come riferito in un comunicato diffuso attorno a mezzogiorno - è stata chiamata a sedare diverse risse esplose in varie parti della città. La più grave, avvenuta attorno a mezzanotte e 45 al Kreis 1, ha portato all'accoltellamento di un 24enne svizzero. La vita del giovane è in pericolo, mentre l'aggressore si è dato alla fuga ed è attualmente ricercato dalle forze dell'ordine.

130 arresti - Ma il bollettino di guerra non finisce qui. La polizia zurighese ha pure arrestato 130 persone - provenienti da 25 paesi differenti e tra i 15 ai 49 anni - per svariati motivi. Tra di essi troviamo: detenzione di droga, violenza e minacce contro le autorità, furto, aggressione e pure molestie sessuali.

Sequestro di droga - Tra i 130 arresti, 35 sono finiti in manette per spaccio. Ad essi la polizia ha sequestrato circa 570 pasticche di ecstasy, 110 grammi di cannabis, 85 grammi di cocaina e 10 grammi di metanfetamina. Nelle loro tasche sono pure stati rinvenuti 2.500 franchi e 1.700 euro in contanti.

526 persone soccorse - Durante la Street Parade sono pure state soccorse 526 persone. Un dato inferiore del 24% rispetto alla scorsa edizione, nella quale oltre 690 festaioli avevano dovuto far ricorso alle cure mediche. Le persone trattate per abuso di alcool o droghe sono state 273, un numero leggermente superiore allo scorso anno. Di queste, 90 sono state trattenute in osservazione per tutta la notte. Sono invece 19 le persone che hanno dovuto venir ricoverate in ospedale.

 

CONSEGUENZE DEL CONSUMO DI VINO, BIRRA ED ALTRI ALCOLICI

 

http://www.ilsecoloxix.it/p/mondo/2017/08/13/AS4FlKrI-arrestati_italiano_discoteca.shtml

NICCOLÒ, AMMAZZATO DI BOTTE IN DISCOTECA A LLORET DE MAR: ARRESTATI 3 RUSSI

Nel video pubblicato dal giornale spagnolo elPeriodico le immagine della rissa nella discoteca, in seguito alla quale è morto il ventiduenne Niccolò Ciatti

Roma - Una scazzottata con altri giovani, forse con il carburante dell’alcol e di droghe, forse un’aggressione vera e propria, ed è finita in tragedia in Spagna, nella località turistica di Lloreta de Mar, in Costa Brava: a perdere la vita è un giovane italiano di 22 anni, Niccolò Ciatti, di Scandicci, alle porte di Firenze. Una tragedia avvenuta tra la notte di venerdì e quella di sabato. La polizia è stata chiamata alle 3 del mattino per una rissa in discoteca. Nella telefonata alle forze di sicurezza, qualcuno ha riferito di almeno tre giovani che ne pestavano un altro a pugni e calci, anche alla testa, secondo quanto scrive El Mundo. Quando gli agenti sono arrivati sul posto, Ciatti era in condizioni disperate ed è stato immediatamente trasportato nell’ospedale Trueta di Girona, dove è morto. La polizia catalana citata da vari media, parla apertamente di «pestaggio in una discoteca». Secondo El Mundo, la polizia sta indagando sull’episodio trattandolo come un caso di omicidio.

Una tragedia per la quale, per adesso, sono finiti in manette altri tre giovani, che i media spagnoli, dicono essere tre russi di 20, 24 e 26 anni, rintracciati, sulla base delle testimonianze, poco lontano, sul lungomare di Lloret de Nar. La morte del ragazzo è stata confermata dalla Farnesina e poi anche dal sindaco di Scandicci, Sandro Fallani: «Siamo sconvolti. È un episodio tremendo che ci ha toccato profondamente ed è necessario che si faccia chiarezza. Tutta la città è vicina ai familiari, faremo qualsiasi cosa per aiutarli, con l’affetto e con tutto il supporto necessario», ha detto il primo cittadino del comune toscano, dove Ciatti viveva nel quartiere di Casellina.

La Farnesina ha confermato la morte e fatto sapere che insieme al Consolato Generale d’Italia a Barcellona sta seguendo sin dall’inizio il caso con la massima attenzione. Il Consolato, che sta prestando alla famiglia ogni possibile assistenza, è in contatto con le Autorità locali e al momento sono in corso accertamenti volti a chiarire la dinamica dei fatti.

Gli amici del ragazzo toscano hanno inondato di messaggi accorato la sua pagina su Facebook. Scrive Sara Scandia: «Perdere un amico così, un amico che non toccherebbe neanche una mosca, un amico bravo, un amico che non immagineresti mai una fine così... era impossibile non ridere con te...Eri così tenero , un bonaccione».

 

http://www.ilsecoloxix.it/p/genova/2017/08/14/ASjqZarI-autista_chiama_polizia.shtml

BULLI SUL BUS, FUMO E ALCOL A BORDO: L’AUTISTA CHIAMA LA POLIZIA

Pablo Calzeroni

Scarsa sicurezza sui bus utilizzati dai ragazzi per tornare dalle discoteche Bus Rt ostaggio dei bulli del sabato sera: impongono fermate personalizzate

Controllori “scortati” sui bus della Riviera Trasporti

Genova, 14 agosto 2017 - Un gruppo di giovani beve e fuma su un autobus costringendo la polizia a scortare il veicolo per qualche fermata. Un conducente Amt viene insultato da un passeggero che vuole a tutti i costi scendere tra una fermata e un’altra. Un fumatore incallito, costretto a scendere, sfonda il vetro del finestrino del guidatore. Sono gli ultimi tre episodi di violenza e bullismo accaduti, tra venerdì e sabato notte, sui mezzi pubblici genovesi. In due casi sono dovuti intervenire poliziotti o carabinieri. I sindacati sono sul piede di guerra: «Alcune linee come la 607 e la 699, che servono rispettivamente il levante e il ponente, sono troppo pericolose - dice Edgardo Fano della Faisa Cisal - Se i bus non saranno scortati da pattuglie della polizia o dell’Arma non potremo assicurare la copertura del servizio».

L’episodio più clamoroso risale a sabato notte. Un gruppo di una ventina di ragazzi affolla l’autobus della linea 607, poco prima dell’1 del mattino. Le corse sono poche e i giovani, diretti a levante, prendono d’assalto il mezzo. Qualcuno beve birra, altri tengono tra le mani sigarette accese. Gli schiamazzi e il fumo infastidiscono altri passeggeri. L’autista avvia il motore, ma chiama anche il 112, avvertendo della situazione le forze dell’ordine. Gli agenti della polizia raggiungono il veicolo a Brignole. Lo fermano e cercano di salire a bordo. All’inizio non ci riescono. Testimoni riferiscono che alcuni ragazzi, per puro divertimento, si divertono a bloccare l’apertura delle porte. Ma la confusione è massima: dall’esterno non si capisce davvero che cosa stia succedendo. Quando i poliziotti riescono a salire a bordo, cala il silenzio.

Viene chiesto ai giovani di abbassare i toni e di comportarsi in modo civile. Sembra tutto finito. Ma poi, quando il mezzo riparte, il baccano riprende. Le volanti seguono il veicolo a distanza, fino in corso Italia, quando il gruppo, finalmente, scende. I ragazzi sono stati identificati, ma nei loro confronti non è scattata alcuna denuncia.

Sempre nella serata di sabato, una pattuglia del nucleo radiomobile dei carabinieri è intervenuto sul 606, all’altezza di via De Gaspari, a Boccadasse, per un litigio tra un passeggero e l’autista. Il primo voleva scendere tra una fermata e l’altra e di fronte al no del conducente era andato su tutte le furie. Si è calmato solo dopo l’arrivo dei militari. L’ultimo episodio risale a venerdì quando, sul 699, tra Voltri e il Cep, un passeggero che stava fumando è stato fatto scendere dal conducente. Una volta a terra, ha preso a pugni il vetro del finestrino lato guidatore, danneggiandolo.

 

E’ SOLO VIETATA LA VENDITA DI ALCOLICI IN CONTENITORI DI VETRO!

PER SBRONZARVI E SBALLARE NON DOVETE FARE ALTRO CHE PROCURARVI UNA BOTTIGLIA DI PLASTICA E POTETE BERE TRANQUILLAMENTE.

 

http://www.romatoday.it/cronaca/ferragosto-ordinanza-anti-alcol-fiumicino.html

FERRAGOSTO: ALCOL VIETATO A FIUMICINO, SCATTA L'ORDINANZA DEL SINDACO

Divieti nel centro storico di Fiumicino e più precisamente nel quadrante ricompreso tra le vie di Torre Clementina, delle Ombrine, della Foce Micina e del Canale

Redazione

14 agosto 2017 - Alcol vietato a Fiumicino per Ferragosto. E' quanto deciso dal sindaco Esterino Montino che ha emanato un'ordinanza fino al 15 agosto. Il tutto anche per agevolare la tradizionale festa patronale in onore della Madonna Santissima Assunta.

Dalle ore 17 fino al termine dell'evento il sindaco di Fiumicino ha vietato "agli esercizi di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, agli esercizi commerciali su area privata, agli esercizi per il commercio e la somministrazione su aree pubbliche, alle attività artigianali, site nel centro storico di Fiumicino e più precisamente nel quadrante ricompreso tra le vie di Torre Clementina, delle Ombrine, della Foce Micina e del Canale, la vendita con asporto, mediante contenitori in vetro, di bevande alcoliche e superalcoliche".

Il consumo di bevande alcoliche e superalcoliche mediante contenitori in vetro, sarà quindi off limits in tutta l'area adibita allo stazionamento del pubblico. Tra oggi e domani, tuttavia, non mancheranno gli elementi di svago. Dalle 20, in piazza Grassi, ci sarà la cerimonia di chiusura e premiazione della rassegna "Pittura e Scultura, come forme di narrazione del presente" mentre in via di Torre Clementina alle ore 21.30 lo spettacolo dei comici Pablo e Pedro nello spettacolo "Come se fosse".

Martedì 15 agosto, invece, in via di torre Clementina dalle ore 21.30 il comico, musicista e cantante romano Marco Passiglia si esibirà nello spettacolo "Sbam! Sono fuori di me... e non trovo le chiavi!".

L’IMPEGNO DELLE FORZE DELL’ORDINE PER PREVENIRE PROBLEMI ALCOLCORRELATI

 

http://www.genova24.it/2017/08/santa-margherita-maxi-pattuglione-anti-alcol-dei-carabinieri-sette-patenti-ritirate-184566/

SANTA MARGHERITA, MAXI PATTUGLIONE ANTI-ALCOL DEI CARABINIERI: SETTE PATENTI RITIRATE

di Redazione - 14 agosto 2017 - Santa Margherita Ligure. Maxi controlli dei carabinieri sabato sera sul lungomare di Santa con ben sette patenti ritirare e altrettante denunce per guida in stato di ebbrezza.

Si tratta di guidatori di età compresa tra 18 e 66 anni, di cui un milanese e un bergamasco, sorpresi alla guida dei rispettivi mezzi. Tutti avevano un tasso alcolemico compreso tra tra g/l 0.89 e g/l 2,23 e conseguente ritiro della patente.

Uno dei fermati, un 45eene che si è rifiutato di sottoporsi al test, è stato anche denunciato per il diniego a sottoposti all’etilometro.

 

http://www.h24notizie.com/2017/08/droga-alcol-alla-guida-4-denunce-sabaudia-latina/

DROGA E ALCOL ALLA GUIDA, 4 DENUNCE A SABAUDIA E LATINA

4/08/2017 - Nella giornata di ieri i militari della Compagnia Carabinieri di Latina, nel corso di un servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati nelle aree a maggiore indice di criminalità e degrado nonchè teso a garantire la sicurezza della viabilità e circolazione stradale dovuta al flusso turistico e conseguente aumento del traffico veicolare nelle località balneari deferivano in stato di libertà: un 23enne ed una 28enne del luogo per “guida in stato di ebbrezza alcolica” ; un 39enne del luogo per “rifiuto di sottoporsi ad esami per l’accertamento della guida in stato di ebbrezza alcolica”; un 19enne ed un 24enne del luogo per “guida sotto l’influenza di stupefacenti”.

Nel medesimo contesto veniva segnalato all’Autorita’ amministrativa un 19enne del luogo, trovato in possesso di grammi 2,4 di hashish. Inoltre durante il controllo alla circolazione stradale, venivano fermate e identificate 45 persone; controllati 40 mezzi; elevate 16 contravvenzioni al c.d.s. di cui 4 per guida con uso del telefonino cellulare; 1 perquisizione personale e ritirate 4 patenti.

 

http://www.veneziatoday.it/cronaca/operazione-antidroga-alcol-jesolo-12-agosto-2017.html

POLIZIA LOCALE IN TRINCEA CONTRO SPACCIO E ABUSO DI ALCOL A JESOLO

In trincea contro spaccio e consumo d'alcol: sequestro di marijuana, due denunciati

Operazione degli agenti della polizia locale di Jesolo in centro, alla stazione degli autobus e in piazza Mazzini. Presidi notturni fino alle 4 del mattino da parte degli operatori

La Redazione

13 agosto 2017 - Continuano le operazioni della polizia locale di Jesolo contro il consumo di droga e gli eccessi di consumo di alcol nel litorale. Nella serata di sabato, nella fattispecie, sono stati sequestrati circa 40 grammi di marijuana, denunciate 2 persone per spaccio e comminate 5 sanzioni da 200 euro l'una per inottemperanza all'ordinanza che vieta la detenzione ed il consumo di bevande alcoliche in piazza Mazzini.

CONTROLLI ALLA STAZIONE DEI BUS

Controlli antidroga sono stati portati avanti dagli agenti della Municipale alla stazione degli autobus di via Equilio, controllando le persone in arrivo già "conosciute" per essere dedite ad attività illecite. Sono stati in 15 ad essere controllati dagli operatori, due i denunciati per possesso di stupefacente ai fini di spaccio. I deferiti sono un 27enne di Vicenz ed un nigeriano di 36 anni, in Italia senza fissa dimora. I controlli sono poi continuati nell'area di piazza Mazzini dove, occultati sotto la sabbia, sono stati rinvenuti altri tre involucri di droga. Complessivamente sono stati sequestrati circa 40 grammi di maijuana.

PRESIDI NOTTURNI

Tutta l'area di Piazza Mazzini è stata presidiata fino alle 4 del mattino di domenica: comminate in tutto 5 sanzioni per consumo di bevande alcoliche. I ragazzi multati sono tutti giovani tra i 20 ed i 30 anni.

 

GUIDA IN STATO DI EBBREZZA

 

http://www.ilmessaggero.it/roma/cronaca/albano_incidente_ubriaca_contromano-2617890.html

Albano, ubriaca al volante e contromano travolge auto in sosta

Lunedì 14 Agosto 2017 - Ubriaca al volante, guida contromano e travolge auto in sosta. Paura nella notte ad Albano. Una donna di 36 anni Albano alle 4 ha percorso contromano via Aurelio Saffi, è finita addosso ad alcune auto in sosta e poi si è cappottata al centro della carreggiata. L'automobilista è stata soccorsa dai carabinieri della stazione di Albano e da una ambulanza del 118. In ospedale è stata sottoposta all'alcol test ed è stato accertato che era ubriaca, con un tasso molto al di sopra di quello consentito. Per lei sono scattate tutta una serie di sanzioni, il ritiro della patente, il sequestro del mezzo e la denuncia per guida in stato di ebbrezza, inoltre dovrà risarcire i danni per le auto danneggiate che erano in sosta. La 36enne ha riportato anche alcuni traumi e ferite.

 

https://www.rivieraoggi.it/2017/08/13/249293/guida-in-stato-di-ebbrezza-alcolica-a-san-benedetto-patente-ritirata/

GUIDA IN STATO DI EBBREZZA ALCOLICA A SAN BENEDETTO, PATENTE RITIRATA

DI LEONARDO DELLE NOCI —

13 AGOSTO 2017 - Gli agenti della Polizia Stradale hanno fermato il soggetto per un controllo e dall’Alcol Test è saltata fuori l’irregolarità. Sanzionato secondo le norme previste

A San Benedetto è stata ritirata la patente a un uomo: era alla guida in stato di ebbrezza alcolica. Gli agenti della Polizia Stradale hanno fermato il soggetto per un controllo e dall’Alcol Test è saltata fuori l’irregolarità.

E’ stato anche sanzionato secondo le norme previste.

 

http://torino.repubblica.it/cronaca/2017/08/12/news/torino_ubriaco_alla_guida_semina_il_panico_e_poi_si_chianta_contro_un_distributore_arrestato-172906767/

TORINO, UBRIACO ALLA GUIDA SEMINA IL PANICO E POI SI SCHIANTA CONTRO UN DISTRIBUTORE. ARRESTATO

Alla guida dell'auto di un amico ha fatto una serie di manovre spericolate a tutta velocità in corso Francia e in corso Vittorio Emanuele. Fermato dalla polizia, ha reagito agli agenti

12 agosto 2017 - Senza patente e con un tasso alcolemico cinque volte più del consentito, si è messo alla guida della Audi A6 di un amico. A tutta velocità, il piede sull'acceleratore, ha percorso corso Francia zigzagando tra le auto, incurante dei semafori rossi e ignorando gli agenti delle volanti che gli hanno intimato l'alt. La folle corsa è terminata in corso Vittorio Emanuele, dove l'uomo, un romeno

29enne, ha perso il controllo dell'auto e si è schiantato contro il box di un distributore di benzina. A quel punto ha tentato di scappare a piedi, ma i poliziotti lo hanno bloccato. Il giovane è stato arrestato per violenza, minacce, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, false attestazioni. Inoltre è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza e multato per per guida senza patente, violazione della segnaletica stradale e per non essersi fermato all'alt.

All'interno della Rassegna Stampa vengono pubblicati gli articoli di altre testate giornalistiche complete di eventuali nomi propri di persone coinvolte nei fatti.,pertanto chiunque voglia cancellare il proprio nome da un articolo pubblicato potrà farlo semplicemente mandando una mail a info@acatversilia.org indicando il proprio nome e l'indirizzo dell'articolo in questione