Rassegna del 14 Maggio 2017

TREVISOTODAY

Alpini ubriachi cadono nel Sile? Nessun problema, ci pensano i vigili del fuoco (*)

Lungo Riviera Garibaldi e Santa Margherita, dal Ponte dea Goba fino alla Canottieri Sile a Ponte San Martino, reparti dei pompieri sono pronti a ripescare chi dovesse finire in acqua

Brando Fioravanzi

TREVISO, 13 maggio 2017 - Adunata troppo alcolica? Siete finiti in acqua lungo il Sile o il Cagnan e non riuscite a risalire o state annegando? Nessun problema, due squadre dei vigili del fuoco sono pronti a salvarvi in qualsiasi momento della giornata. Dal Ponte dea Goba e dal Ponte dell'Università, fino alla sede della Canottieri Sile nei pressi di Ponte San Martino: Riviera Garibaldi e Riviera Margherita saranno due aree del centro trevigiano costantemente presidiate dai pompieri.

Ogni squadra è composta da sei uomini e ha turni di lavoro lunghissimi, dalle 8 del mattino alle 4 della notte. Per fortuna in questi primi giorni non è ancora servito il loro intervento, almeno per quanto riguarda le persone, anche se qualcuno ha "accidentalmente" lasciato cadere il proprio smartphone nel fiume e i vigili del fuoco sono stati così gentili da recuperarlo. Per il resto, i dodici uomini in servizio sono costantemente in contatto con la loro centrale, dove sono presenti anche i sommozzatori, oltre che con l'elisoccorso per qualsiasi emergenza. Inoltre, per gli appassionati di storia, lungo il viale alberato dal lato dell'Università di Ca' Foscari, sono presenti anche diversi mezzi storici dei vigili del fuoco.

 

(*) Nota: i problemi alcol correlati che accadono durante le adunate degli alpini vendono sempre presi con una certa superficialità. Tollerare morti e feriti ai suoi raduni non fa onore a un corpo che si distingue spesso proprio nel campo della sicurezza.

 

LA STAMPA

Era ubriaco l’uomo del rogo al negozio Dimensione sport di Asti

MANELA MACARIO

ASTI - Ha un volto e un nome la persona che potrebbe aver provocato l’incendio che ha mandato in fumo il magazzino di Dimensione sport, in via Cesare Battisti, la notte del 28 marzo scorso.

A incastrare l’uomo ci sarebbero le immagini della videosorveglianza cittadina, che lo avrebbero ripreso pochi minuti prima, e pochi minuti dopo il rogo. Si tratta di un pregiudicato di 50 anni, senza fissa dimora, già noto ai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Asti, che hanno svolto gli accertamenti e seguito una precisa pista investigativa, che li ha portati all’individuazione del presunto colpevole di quanto accaduto.

Sarebbe stato un dettaglio a incastrarlo. Lo hanno notato gli investigatori, scorrendo le riprese delle telecamere. L’uomo, ritenuto responsabile anche di altri gesti vandalici commessi in città, sarebbe stato immortalato mentre percorreva una delle strade che portano al magazzino.

Probabilmente ubriaco, avrebbe anche rovesciato e preso a calcio alcuni cassonetti lungo il suo tragitto. Poi si sarebbe diretto nel cortile del negozio, dove avrebbe dato alle fiamme uno dei bidoni della spazzatura. Il presunto autore, denunciato a piede libero per incendio aggravato, si trova già in carcere a Quarto, per lesioni personali aggravate, legate a un vecchio episodio, per il quale era stato arrestato pochi giorni dopo l’incendio.

Il negozio, invece, è ancora chiuso. Quella notte le fiamme avevano divorato il locale fino alle prime luci dell’alba. Due squadre dei vigili del fuoco avevano lavorato tutta la notte per domare il rogo. I danni alla struttura, agli arredi, ai capi d’abbigliamento e ai numerosi accessori sportivi erano stati ingenti.

 

IL GAZZETTINO

Ubriaco al volante esce di strada, rotola per 50 metri: bloccato 2 ore

di Vittorino Bernardi

ALBETTONE - Auto seriamente danneggiata e patente ritirata per guida in stato di ebbrezza. Un 30enne residente in paese ricorderà per tutta la vita la serata di venerdì 12 maggio trascorsa con gli amici a bere in modo smodato, consumando un bicchiere dopo l'altro nei bar del territorio. Alle 4 di sabato 13 maggio sulla strada di ritorno verso casa all'altezza di via Schioppa ad Agugliaro, per un probabile colpo di sonno indotto dall’alcol, il giovane ha perso il controllo della sua Fiat Panda. Finito nella scarpata a bordo strada è rotolato all’interno dell’auto per una cinquantina di metri. La Panda ha concluso la corsa incontrollata, capovolta, contro la recinzione di una stalla. Il 30enne è rimasto intrappolato al’interno dell’auto per un paio di ore, fino alle 6, quando un passante ha chiamato i soccorsi. I sanitari del Suem di Noventa hanno estratto il giovane trasportandolo in ospedale per le cure del caso. Per i rilievi del sinistro sono intervenuti i carabinieri, che hanno contestato la guida in stato di ebbrezza con il conseguente ritiro della patente.

 

PIACENZASERA

Ubriaco aizza il pitbull e si scaglia contro i carabinieri. Arrestato

Ubriaco urla e spintona un portone in via Modonesi (Piacenza) e all'arrivo dei carabinieri gli aizza contro il pitbull e poi si scaglia contro di loro.

13 maggio 2017 - In manette è finito un 44enne senza fissa dimora, con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. Nell'intervento un militare è infatti rimasto ferito ad un polso e ha riportato una prognosi di 7 giorni.

L'uomo, originario del pavese e con precedenti per reati contro la persona e il patrimonio, è stato anche denunciato per rifiuto di fornire le proprie generalità e sanzionato per ubriachezza ed oltraggio a pubblico ufficiale.

L'intervento delle pattuglie del Radiomobile è scattato su richiesta di un residente della zona di San Lazzaro, che alle 2 della notte del 13 maggio ha contattato il 112 per un soggetto che, in evidente stato di ebbrezza, gridava frasi insensate, colpendo ripetutamente il portone di un condominio, dove viveva una sua ex. I carabinieri l'hanno rintracciato nei giardinetti vicino al palazzo e quando gli hanno chiesto i documenti si è lanciato contro di loro, colpendoli con calci e pugni e incitando anche il suo cane pitbull ad aggredirli.

Con sforzo sono riusciti a bloccarlo, mentre il 44enne continuava ad insultarli e minacciarli. Una volta condotto in caserma, è stato arrestato.

 

MONZATODAY

Ubriaco in centro Monza molesta i passanti: multato

Giovedì la polizia locale è intervenuta in centro in seguito a numerose segnalazioni

Molestava i passanti e importunava chiunque si trovava davanti. Giovedì gli agenti della polizia locale di Monza sono intervenuti in centro dove era stata segnalata la presenza di un cittadino del Pakistan molesto e ubriaco.

L'uomo è stato multato per ubriachezza molesta con una sanzione di 101 euro dagli agenti del comando di via Marsala. Non è la prima volta che il personale della polizia locale sanziona cittadini ubriachi e molesti nel centro cittadino. Questa volta teatro dell'intervento è stata via Vittorio Emanuele.

 

ALTRA CRONACA ALCOLICA

 

VERONASERA

Va sbattere contro il muretto del progno: il tasso alcolico è superiore a 2

 

L'ARENA

Ubriaco in auto danneggia muretto Patente ritirata

 

GIORNALE DI VICENZA

Drogato e ubriaco causa un frontale

 

LA VOCE DI ROVIGO

Ubriaco al volante in pieno pomeriggio causa un incidente

 

RAVENNA&DINTORNI

Contromano rischia il frontale con una pattuglia ma prosegue: era ubriaco e drogato

All'interno della Rassegna Stampa vengono pubblicati gli articoli di altre testate giornalistiche complete di eventuali nomi propri di persone coinvolte nei fatti.,pertanto chiunque voglia cancellare il proprio nome da un articolo pubblicato potrà farlo semplicemente mandando una mail a info@acatversilia.org indicando il proprio nome e l'indirizzo dell'articolo in questione