Rassegna del 18 Agosto 2016

A cura di Alessandro Sbarbada, Guido Dellagiacoma, Roberto Argenta

LECCESETTE

Alcool ai minori e vendite fuori orario: controlli e sanzioni a Gallipoli

Operazione “Estate sicura”: sequestri e sanzioni per i gestori dei locali che somministrano alcool ai minorenni.

Operazione dei carabinieri contro il fenomeno del Binge Drinking, ovvero l’assunzione smodata di alcool durante le feste o le vacanze. Nel mirino dei militari i locali del gallipolino. In particolare è stato accertato se i gestori rispettassero le normative in materia di distribuzione degli alcolici ai minori.

I Carabinieri della Compagnia di Gallipoli, dal 10 al 17 agosto, insieme ai N.A.S. di Lecce e Taranto, hanno controllato 49 esercizi commerciali, rilevato 31 violazioni amministrative emettendo sanzioni per un ammontare intorno agli 82mila euro. In tutto 9 i sequestri amministrativi, di cui 11 per omessa dotazione di apparecchio per la rilevazione del tasso alcolemico e mancata esposizione delle tabelle indicanti i livelli di alcolemia distinti per sesso; 11 per somministrazione bevande alcoliche dopo le ore 3; 9 per mancato possesso SCIA per l’esercizio del commercio in forma itinerante. Proprio a queste ultime sono state sequestrate 2380 confezioni bibite varie in lattina per un valore totale di 3400 euro.

PORTADIMARE

Estate Sicura 2016 Carabinieri – attività di contrasto alla vendita di alcool ai minori

I carabinieri della compagnia di Gallipoli, nell’ambito dell’operazione Estate Sicura 2016, hanno potenziato i servizi diurni e notturni di contrasto sul fenomeno Binge Drinking.

L’attività si è sviluppata nell’ultima settimana che comprende il Ferragosto (dal 10 al 17 agosto) con i CC dei N.A.S. di Lecce e Taranto, coadiuvato dai colleghi dell’Arma territoriale di Gallipoli. Il servizio si inserisce nell’ambito dell’operazione “Estate Sicura 2016” che i militari della Compagnia di Gallipoli hanno avviato sin dallo scorso mese di giugno. Tali servizi hanno avuto come obiettivo il anche contrasto della vendita di alcool ai minori. I risultati conseguito sono stati i seguenti:

n. 49 gli esercizi controllati;

n. 31 le violazioni amministrative contestate, il cui valore totale delle sanzioni € 82.866,68;

n.9 i sequestri amministrativi;

In particolare nr. 11 per omessa dotazione di apparecchio per la rilevazione del tasso alcolemico e mancata esposizione delle tabelle indicanti i livelli di alcolemia distinti per sesso;

(art.6 comma 2 quater D.L. 03/08/2007 nr.17 convertito dalla L.160/2007 e successive modifiche – sanzione prevista con pagamento in misura ridotta euro 400);

Nr. 11 per somministrazione bevande alcoliche dopo le ore 03:00 (il divieto va dalle ore 03:00 alle 06:00);

(art.6 comma 2 D.L. 03/08/2007 nr.17 convertito dalla L.160/2007 e successive modifiche – sanzione prevista con pagamento in misura ridotta euro 6.666,67);

Nr. 9 per mancato possesso SCIA per l’esercizio del commercio in forma itinerante di tipo B;

(art.61 comma 3 della L.R. Puglia 16/04/2015 nr.24 “codice del commercio” – sanzione prevista con pagamento in misura ridotta euro 5.000,00), con contestuale sequestro di 2380 confezioni bibite varie in lattina per un valore totale di 3400 euro.

METROPOLIS

Incendi, alcool e rumori. Formentera odia gli italiani

Un turista italiano arrestato e gli isolani in rivolta contro i nostri connazionali in vacanza a Formentera. Il motivo? Un razzo di segnalazione lanciato da uno yacht davanti all'isolotto di Espalmador che ha provocato un incendio difficile da spegnere in uno dei punti più suggestivi dell'isola. A raccontare la vicenda e a raccogliere i malumori dei locali nei confronti dei vacanzieri italiani è La Stampa.

"Il rifugio hippy di un tempo - spiega oggi il quotidiano torinese - sta diventando un'altra cosa". "L'hanno deformata, questa non è Ibiza", dice Alessandro Mancini, romano, uno dei massimi conoscitori dell’isola. Gli italiani, è analisi condivisa, sono i responsabili di questa mutazione e l'antipatia diffusa tra i locali è sempre meno nascosta. "Girano ubriachi dalle nove di sera in poi con i motorini - racconta un commerciante di Formentera -, distruggono le dune con i loro aperitivi e ora questa storia del bengala: so che non siete tutti così, ma in giro c'è parecchia irritazione".

La dinamica degli eventi è ancora tutta da chiarire. Se per l'avvocato del turista si è trattato di "un corso sulle misure di sicurezza a bordo con il comandante" finito male, gli inquirenti spagnoli - racconta ancora La Stampa - mostrano un certo scetticismo: "Esercitazioni alle dieci di sera, alla fine del secondo giorno di navigazione?". In attesa di ricostruire i fatti e di conteggiare i danni, il turista si trova in stato di fermo mentre lo yacht battente bandiera slovena è stato sequestrato.

LIGURIAOGGI

Dolceacqua – Ubriaco ferisce a coltellate vigile urbano che cerca di calmarlo

Dolceacqua, 18 agosto 2016 – E’ intervenuto in un bar per cercare di calmare una persona ubriaca che stava dando in escandescenze ed è stato ferito da una coltellata ad un braccio. Un agente della polizia municipale di Dolceacqua, nell’imperiese, è stato soccorso e trasportato all’ospedale Saint Charles di Bordighera per le ferite riportate in una violenta colluttazione in un locale-bar.

L’uomo ha assistito alle intemperanze di un cliente che, completamente ubriaco, stava dando fastidio alla clientela ed ha deciso di intervenire chiedendogli di calmarsi.

L’ubriaco, in tutta risposta, ha estratto un coltellino e lo ha ferito ad un braccio in modo grave.

Sul posto sono accorsi i carabinieri che hanno subito disarmato il feritore ed hanno soccorso l’agente in attesa dell’arrivo dell’ambulanza del 118.

L’aggressore è stato arrestato.

LA SENTINELLA CANAVESE

Ciconio. Ubriaco, va a sbattere contro auto e minaccia i carabinieri

Aveva pure un coltello. Ritirate anche altre due patenti a Ivrea e Bollengo per guida in stato di ebbrezza

IVREA. Ubriaco, va a sbattere contro auto a Ciconio e minaccia i carabinieri: patente ritirata e denunciato, aveva anche un coltello. 

Il fatto è successo a Ciconio, martedì sera. Un 48enne residente a San Mauro Torinese, già noto alle forze dell’ordine, mentre era al volante della sua autovettura è andato ad urtare autonomamente contro un’auto parcheggiata in via Vittorio Emanuele II.

I carabinieri della Stazione di Rivarolo intervenuti sul posto hanno accertato che lo stesso guidava in stato di ebbrezza alcolica; l’alcol test ha infatti evidenziato un tasso alcolemico di gran lunga superiore ai limiti consentiti. Il 48enne è stato trovato in possesso di un coltello, senza giustificato motivo.

All’atto di essere accompagnato in caserma per gli adempimenti del caso, ha anche proferito frasi minacciose all’indirizzo dei militari intervenuti. Oltre al ritiro immediato della patente di guida, nei suoi confronti è scattata una denuncia in stato di libertà alla Procura di Ivrea per guida in stato di ebbrezza, porto ingiustificato di armi o strumenti atti ad offendere e resistenza a pubblico ufficiale.

Oltre a questo, i carabinieri nell'ambito dei controlli post Ferragosto hanno denunciato altri due conducenti, a Ivrea e Bollengo, e le loro patenti sono state ritirate. 

Nei giorni scorsi a San Giorgio Canavese e Rivarolo Canavese quattro persone sono state invece multate per manifesta ubriachezza.

Dall’inizio dell’anno i carabinieri della Compagnia di Ivrea hanno sottoposto all’accertamento con l’etilometro 1675 conducenti, di cui 37 sono risultati positivi. Nello stesso periodo altre 40 persone sono state segnalate alla Prefettura per uso personale di sostanze stupefacenti.

CESENATODAY

Caos sull'autobus: ubriaco e senza biglietto urina addosso all'autista e ai controllori

Visibilmente ubriaco sull'autobus, insulta e urina addosso ai controllori che gli chiedevano di mostrare il biglietto. E' avvenuto nel pomeriggio di martedì a Cesena, sulla linea 5 di Start Romagna.

Redazione

Visibilmente ubriaco sull’autobus, insulta e urina addosso ai controllori che gli chiedevano di mostrare il biglietto. E’ avvenuto nel pomeriggio di martedì a Cesena, sulla linea 5 di Start Romagna. A raccontare la storia a CesenaToday è uno dei controllori, suo malgrado protagonista dell’episodio. “Vi scrivo a fine turno - racconta il controllore - da persona lucida e calma. Erano da poco passate le 18.40 quando, sulla linea 5, ho chiesto il documento di viaggio ai presenti sull’autobus, tra i quali un cittadino senegalese visibilmente ubriaco”.

PICCHIA E URINA ADDOSSO AI CONTROLLORI - “L’uomo, regolarmente in Italia con un permesso di soggiorno illimitato - racconta il controllore - alla mia richiesta di mostrare il biglietto ha reagito prima mettendo le mani addosso a me e al mio collega, per poi slacciarsi i pantaloni e urinare addosso a noi, all’autista e ai quadri dell’autobus, mentre sullo stesso erano presenti anche altri viaggiatori”.

“RAZZISTI DI M…” - Alla richiesta, infatti, di esibire un titolo di viaggio valido il senegalese è andato su tutte le furie: “Ha detto che controlliamo solo quelli di colore - dice ancora il controllore - dandomi del razzista e mandandomi letteralmente a “fare in c…”, chiudendo con un eloquente “Italiani di m…”.

ARRIVANO LE FORZE DELL’ORDINE - Il personale di Start Romagna si è visto così costretto a chiamare le forze dell’ordine, che hanno fermato l’uomo. Probabilmente sarà denunciato.

LA REPUBBLICA

Valle d'Aosta, ubriaco al volante prende a schiaffi un carabiniere: arrestato

Il militare stava smistando il traffico dopo un incidente a La Salle, l'uomo è sceso dall'auto e ha dato in escandescenze

17 agosto 2016 - Valle d'Aosta, ubriaco al volante prende a schiaffi un carabiniere: arrestatoUbriaco al volante, ha preso a schiaffi un carabiniere che stava regolando il traffico dopo un incidente. E' accaduto a La Salle, in Valle d'Aosta, dove Alessandro Negrini, 44 anni, di Morgex, è stato arrestato dai carabinieri per resistenza, minaccia, violenza e oltraggio a pubblico ufficiale. I militari erano intervenuti insieme ai vigili del fuoco per un incidente stradale avvenuto intorno alle 19.30 di martedì e stavano smistando la viabilità: a un certo punto, spiega il rapporto dell'Arma, l'uomo, alla guida di una Citroen Kangoo "in evidente stato di ebbrezza alcolica", si è fermato bruscamente all'alt dei carabinieri (che stavano bloccando in modo alternato le auto per smaltire il traffico in entrambe le direzioni), "è sceso dall'auto improvvisamente e senza alcuna ragione

 ed ha iniziato ad insultare i carabinieri".

Alla richiesta dei documenti "ha letteralmente aggredito un carabiniere tirandogli uno schiaffo al volto e cagionandogli lievi lesioni". Negrini è stato portato nella casa circondariale di Brissogne e presto sarà in tribunale per l'udienza di convalida. All'uomo inoltre è stata ritirata la patente di guida e sequestrato il veicolo, in seguito al suo rifiuto di sottoporsi all'alcol test.

CAGLIARICASTEDDU

Cagliari, maxi controlli con l'etilometro: 7 giovani trovati ubriachi

Ecco l'esito di tutti i controlli effettuati dalla Polizia Stradale a Cagliari nel weekend di Ferragosto

Con la ricorrenza del Ferragosto, caratterizzata da intensi flussi di turisti nel capoluogo e nelle numerose località di villeggiatura, alcune note per la frequentazione da parte di esponenti del mondo politico ed economico, con un protocollo consolidato da anni e ulteriormente rafforzato negli ultimi mesi anche a seguito della delicata situazione Internazionale, il Questore della Provincia di Cagliari ha disposto il rafforzamento dei servizi di vigilanza, osservazione, presidio del territorio e degli obiettivi cittadini Istituzionali, Pubblici e Religiosi.

Moltiplicando l’impegno già profuso dagli Operatori, sono stati assicurati i servizi di vigilanza degli scali turistici cittadini (Aeroporto, Porto e Stazione), il litorale è stato costantemente presidiato sia dalle pattuglie automontate che dalla Squadra Nautica mediante Motovedetta ed Acquascooter lungo tutta la costa Sud Orientale dell’Isola. Non sono state trascurate le realtà connesse alle attività dell’area antagonista mediante il monitoraggio di tutti gli ambienti, la prevenzione dei reati predatori e l’accoglienza nelle giornate più calde dei cittadini migranti giunti anche a bordo di due charter, assicurando nel contempo la continuità del flusso di migliaia di crocieristi stranieri che giunti al porto hanno potuto comunque fruire dei luoghi e dei servizi cittadini.

I servizi di prevenzione, vigilanza e controllo del territorio sono stati integrati anche dalle squadre XIII Reparto Mobile Sardegna, impegnato con presidi fissi nelle piazze di maggior frequentazione che nel corso del fine settimana sono state letteralmente invase da turisti e cittadini locali, del Reparto Prevenzione Crimine Sardegna, che con i propri equipaggi ha garantito il rafforzamento delle pattuglie sul territorio, nonché dei controlli amministrativi ai locali e agli esercizi pubblici. Non da ultimo l’impiego delle Unità Operative di Primo Intervento (U.O.P.I.) dislocate nei luoghi e presso gli obiettivi sensibili con le modalità specifiche di intervento.

Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio, nel week-end ferragostano le attività di prevenzione e controllo, hanno permesso alla Polizia di Stato in ambito Provinciale, di identificare oltre 500persone, di cui un centinaio pregiudicate, controllare 150traveicoli e natanti e rinvenirne alcuni appena sottratti, sono state altresì tratte in arresto nr. 4 persone e 14 denunciati, sul territorio sono state operative nr. 70pattuglie del controllo del territorio, i mezzi della Squadra Nautica (Motovedette ed Acquascooter). 

Il controllo del territorio è stato poi affiancato dai servizi specifici della Polizia Stradale: la Sezione Polizia Stradale di Cagliari per la provincia ha messo in campo 30 equipaggi, effettuando circa 300 controlli all’etilometro che hanno determinato il ritiro di 7 patenti di guida. Le sanzioni per violazione al Codice della Strada sono state 90 la maggior parte determinate dall’utilizzo di cellulari alla guida, non utilizzo delle cinture di sicurezza e generiche condotte di guida pericolosa. Gli Agenti della Polizia Stradale sono intervenuti per il rilievo di 5 incidenti fortunatamente senza gravi conseguenze ed effettuato una ventina di interventi di soccorso ad automobilisti per vari motivi in difficoltà.

La Polizia di Stato per garantire la sicurezza dei cittadini della Provincia ha messo in campo oltre 250 uomini che per tutto il week end ferragostano si sono alternati nei servizi vari a tutela delle persone e dei beni comuni