Rassegna del 4 Agosto 2016

A cura di Alessandro Sbarbada, Guido Dellagiacoma, Roberto Argenta

METEOWEB 03.08.2016

Estate, Lorenzin: più controlli contro la vendita di alcol ai giovanissimi

'Stretta' nei controlli sulla vendita di alcol ai minori, per tutelare la salute dei giovanissimi ed evitare i rischi legati alle abitudini pericolose

‘Stretta‘ nei controlli sulla vendita di alcol ai minori, per tutelare la salute dei giovanissimi ed evitare i rischi legati alle abitudini pericolose, come il ‘binge drinking‘, causa spesso di incidenti stradali. Ad annunciarla il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin che sottolinea come, la nuova fase della campagna ‘Estate sicura 2016‘, presentata questa mattina a Roma, si concentri su due ‘fasce deboli’: gli anziani, con un rafforzamento dei controlli nei centri e le strutture assistenziali, e i ragazzi, con maggiori verifiche in locali, bar e discoteche per prevenire la vendita di alcolici ai minorenni. Per tutelare i giovanissimi, Lorenzin annuncia “controlli stringenti su tutte le strutture che somministrano alcol, ma il nostro obiettivo è anche sostenere le famiglie rispetto a un fenomeno che non va sottovalutato, considerando l’aumento dei casi di coma etilico e di incidenti stradali a seguito di consumo di alcol anche tra i più giovani. Da tempo abbiamo avviato una campagna – che continuerà con più forza d’estate – per l’attuazione della norma che vieta di distribuire alcol ai ragazzi. Abbiamo dati che indicano un consumo fra i dodicenni. E’ necessario intervenire e contrastare in tutti i modi il fenomeno“, conclude il ministro.

http://www.meteoweb.eu/2016/08/estate-lorenzin-piu-controlli-la-vendita-alcol-ai-giovanissimi/724224/

IL GIUNCO.NET 

Movida: sanzionato lo stabilimento balneare che vendeva alcolici ai ragazzini

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA, 03.08.2016 – Due pattuglie e cani antidroga. È stata una notte di controlli quella tra venerdì e sabato per la Guardia di finanza. Una notte per contrastare il traffico di stupefacenti, ma anche per contrastare la vendita di alcol tra i minori.

Fino ad agosto, continuano i 6000 € di incentivi offerti da SEAT sulla Gamma Leon. Scegli in tutta libertà la versione più adatta alle tue esigenze, ti aspetta un'intera gamma di possibilità.

Gli agenti hanno denunciato tre persone per detenzione di sostanze di stupefacenti, uno dei quali nei dintorni di uno stabilimento balneare, appurando anche che lo stesso stabilimento aveva venduto alcol a dei ragazzini ancora minorenni, ragione per cui il locale è stato sanzionato.

http://www.ilgiunco.net/2016/08/03/movida-sanzionato-lo-stabilimento-balneare-che-vendeva-alcolici-ai-ragazzini/

IL MATTINO 

Lite a Marina Grande durante un soccorso del 118 ad una minorenne ubriaca.

CAPRI 03.08.2016 - Lite a Marina Grande mentre i sanitari prestavano soccorso ad una ragazza che si era sentita male durante una festa in spiaggia, probabilmente per avere bevuto qualche bicchiere di troppo. I fatti, che in piena notte hanno suscitato molto allarme, sono stati raccontati proprio dagli abitanti della zona, svegliati dal trambusto. A chiamare i sanitari del pronto intervento era stata una donna che si era accorta del malore della ragazzina che è stata soccorsa sul luogo e portata all’Ospedale Capilupi dove però è stata dimessa dopo poche ore.

Intanto mentre i sanitari prestavano soccorso alla quindicenne in preda al malore, un uomo ha iniziato ad inveire contro i sanitari, il medico e l’infermiere e non si sa quali erano i motivi che avevano portato l’uomo ad agire con tale veemenza. Intanto è stata chiamata la pattuglia della polizia che arrivata sul posto poiché si trattava di un soccorso prestato ad una minore in stato di ubriachezza. Gli agenti hanno anche trovato l’uomo in palese stato di agitazione che inveiva contro i sanitari, e mentre i medici prestavano soccorso alla quindicenne, i poliziotti hanno identificato l’uomo.

http://ilmattino.it/napoli/cronaca/lite_a_marina_grande_durante_un_soccorso_del_118_ad_una_minorenne_ubriaca-1892850.html

ROMATODAY 

Trullo, si punta ad estendere l’ordinanza anti alcol: "Esercenti stranieri vendono ai minori"

03.08.2016 - Il Capogruppo M5s propone di estendere l'ordinanza anti alcol anche al Trullo. Martone (M5s): "Alcuni esercizi commerciali gestiti da stranieri ed aperti fino a tardi, vendono bevande alcoliche anche ai minori"

Dal 2 agosto è entrata in vigore l’ordinanza anti alcol. Dalle 24 alle 7 di mattina, è pertanto vietato il consumo di bevande alcoliche e superalcoliche nelle strade. E dalle 22 alle 7 non si può più neppure venderle. Il provvedimento, adottato anche nel Municipio XI,interessa strade come via Oderisi da Gubbio, via della Magliana nel tratto tra il Raccordo e piazza Meucci, viale Marconi, piazza Enrico Fermi e via Portuense fino a largo La Loggia.

LA PROPOSTA - Dal Capogruppo del M5s municipale, è però scaturita una proposta, per ora soltanto informale. “Stiamo pensando di allargare l'ordinanza anche a Via del Trullo e limitrofe, questo perchè alcuni esercizi commerciali gestiti da stranieri ed aperti fino a tarda notte, vendono bevande alcoliche anche a minorenni, creando diversi problemi al quartiere anche da un punto di vista della sicurezza. Speriamo di riuscirci già nei prossimi giorni” annuncia il Consigliere Gianluca Martone sul gruppo facebook “Sei del Trullo se”. 

LE ATTIVITA' COMMERCIALI - La proposta, lanciata dalla maggioranza, ha trovato un’immediata sponda nell’opposizione. Neppure un'ora dopo la pubblicazione del post di Martone, è arrivato infatti il commento di Valerio Garipoli, Capogruppo di FdI: “ Come Capogruppo di Fratelli d'Italia stavo già predisponendo un medesimo atto dopo aver letto l'Ordinanza. Parliamone in Commissione o in Aula con il contributo dell'Associazione dei Commercianti - propone Garipoli - dal dibattito uscirà sicuramente la scelta migliore per il quadrante XI e le attività commerciali del Trullo, così come già previsto per Magliana, Portuense e Marconi. Rimango a disposizione a tutela del commercio locale prettamente italiano, regolare e legale”.

IL CONSENSO - A giudicare dai commenti postati su facebook, la proposta accennata dai due consiglieri municipali è piaciuta. “Questa la politica giusta. Le opposizioni - valuta un utente del gruppo Sei del Trullo Se - devono essere delle risorse che aiutano chi ha il compito di gestire il municipio”. I divieti al consumo ed alla somministrazione di alcolici, oltre a riguardare Marconi, Portuense e Magliana, potrebbero pertanto raggiungere, molto presto, anche il Trullo. Il consenso degli utenti del gruppo facebook, sembra già incassato

http://arvalia.romatoday.it/trullo/ordinanza-anti-alcol-trullo-consumo-minori.html

L’UNIONE SARDA

Ubriaco al volante della minicar travolge e uccide un ciclista

Ha bevuto una quantità considerevole di alcolici e poi si è messo al volante della sua minicar, sulla strada tra Faenza e Brisighella, nel Ravennate.

03.08.2016La sua corsa è stata però interrotta dall'impatto contro una bicicletta che procedeva nella direzione opposta, guidata da un 78enne che è morto sul colpo.

È successo la scorsa notte: dopo lo schianto, la minicar è finita in un canale e si è ribaltata.

L'investitore - un 43enne di Faenza che era insieme alla sua compagna al momento dell'incidente - ha riportato alcune ferite alla testa. E una volta portati al pronto soccorso, i risultati dell'alcol test lo hanno incastrato.

Aveva un tasso alcolemico di 1,96, quasi quattro volte il livello consentito.

È stato dunque arrestato per omicidio stradale.

Quattro anni fa era già stato denunciato per guida in stato di ebbrezza.

http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca/2016/08/03/ubriaco_al_volante_della_minicar_travolge_e_uccide_un_ciclista-68-521300.html

ANCONA TODAY 

Ubriaco al volante causa un incidente e scappa, bloccato dopo l'inseguimento

Il 62enne è fuggito sulla superstrada, tentando di seminare i Carabinieri che lo inseguivano. La fuga è durata una ventina di chilometri e si è conclusa nei pressi di Genga

CASTELBELLINO 03.08.2016- Si mette al volante ubriaco, causa un incidente stradale e tenta la fuga. E' questo quanto successo nella notte tra martedì e mercoledì'. Alla guida del mezzo c'era un pensionato di 62 anni, residente in Vallesina. Dopo aver alzato il gomito, l'uomo si è messo alla guida del suo veicolo, causando un incidente a Castelbellino, fortunatamente senza nessun ferito.

Il 62enne è poi fuggito sulla superstrada, tentando di seminare i Carabinieri che lo inseguivano. La fuga è durata una ventina di chilometri e si è conclusa nei pressi di Genga, dove l'automobilista è stato raggiunto e bloccato. L'uomo è risultato positivo all'alcool test. I militari gli hanno ritirato la patente di guida.

http://www.anconatoday.it/cronaca/incidente-stradale/castelbellino-ubriaco-fuga-auto-carabinieri.html

RIVIERA24 

Mario Calà colpisce ancora: ubriaco minaccia i carabinieri con il coltello. A Luglio il tentativo di incendio

Dopo una notte in cella di sicurezza, è finito ai domiciliari in attesa di processo

Ceriana. Ancora un giorno di follia finito in manette per Mario Calà, un pregiudicato 52enne del post. Dopo aver tentato, il 21 luglio scorso, di dare fuoco alle sedie di un bar del paese, anche ieri sera, completamente ubriaco come la volta precedente, è finito nei guai. Prima ha iniziato ha inveire e a minacciare i presenti in strada e in un bar del posto. I carabinieri della Compagnia di Sanremo una volta in paese hanno subito individuato l’uomo, ben noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti.

Il 52enne, sebbene alterato alcool, inizialmente si è dimostrato calmo e, pertanto, i carabinieri hanno cominciato a sentire le persone presenti sul posto per ricostruire i fatti.

Poco dopo, tuttavia, l’uomo ha cominciato ad insultare e minacciare i presenti tirando fuori anche un coltello dalla tasca. Il 52enne, con non poche difficoltà, è stato immobilizzato e tratto in arresto. Anche nei confronti di questi ultimi non sono mancate le minacce e l’uomo ha opposto forte resistenza prima di finire in manette. Successivamente è stato rinchiuso all’interno delle camere di sicurezza della Compagnia dei Carabinieri di Sanremo.

Questa mattina è stato accompagnato davanti al Giudice presso il Tribunale di Imperia per la celebrazione del processo con rito direttissimo.

L’uomo è stato chiamato a rispondere dei reati di resistenza a Pubblico Ufficiale, minaccia aggravata e porto di armi od oggetti atti ad offendere.

Al termine dell’udienza l’arresto effettuato dai Carabinieri è stato convalidato e, a seguito della richiesta dei termini a difesa, il Giudice ha applicato nei confronti del 52enne la misura degli arresti domiciliari in attesa della prossima udienza che si terrà nel mese di settembre.

http://www.riviera24.it/2016/08/mario-cala-colpisce-ancora-ubriaco-minaccia-carabinieri-e-clienti-di-un-bar-con-il-coltello-a-luglio-il-tentativo-di-incendio-231312/

CONTRORADIO 

VENTENNE UBRIACA DORME SUL DIVANO DI ESTRANEI (*) 

Pietrasanta, ventenne ubriaca dopo essere stata in discoteca, girovaga disorientata nella notte e poi entra in una casa grazie ad una porta lasciata socchiusa e i proprietari.

04.08.2016 - I proprietari hanno scoperto la ventenne a dormire sul divano la mattina dopo. Del fatto, che ha visto come protagonista una giovane argentina di 20 anni, si occupano i carabinieri.

I proprietari, hanno momento naturalmente chiamato le forze dell’ordine ma anche il 118, ma il medico ha escluso segni di violenza anche se ha fatto trasportare per precauzione la giovane al pronto soccorso dell’ospedale Versilia al fine di eseguire ulteriori accertamenti.

Quando si è ripresa, la ventenne ha riferito di aver trascorso la serata in alcuni locali e di essersi persa durante il ritorno a casa poiché in stato di forte alterazione causato dall’abuso di sostanze alcoliche come anche confermato dagli esami clinici effettuati. L’argentina è riuscita ad accedere all’interno dell’abitazione attraverso una porta lasciata socchiusa dai proprietari i quali al momento non intendono presentare querele nei confronti della giovane. Quando è stata ritrovata sono stati informati i genitori in vacanza con lei in Versilia.

http://www.controradio.it/ventenne-ubriaca-dorme-sul-divano-di-estranei/

(*) Nota: il consumo di alcolici è in stretta correlazione con la violenza sulle donne. Il rischio è più in relazione al consumo femminile che a quello maschile. 

QUOTIDIANO.NET 

6 consigli per contrastare gli effetti di una sbornia (*) 

Tra rimedi della nonna e suggerimenti medici sull'alimentazione, ecco i suggerimenti per riprendersi da una notte di baldoria 

Quando la sera alziamo un po' troppo il gomito, spesso la mattina dopo ci svegliamo in uno stato poco adatto per affrontare le insidie della quotidianità: tra mal di testa, sensibilità alla luce, nausea e bruciore di stomaco, l'unica attività che vorremmo fare è quella di rimanere stesi a letto tutto il giorno. Non esistono rimedi miracolosi a tutti questi sintomi, però si può cercare di contrastarli o alleviarli grazie a qualche consiglio utile. Tra rimedi della nonna e suggerimenti medici, ecco 6 abitudini da seguire per provare a combattere gli effetti fastidiosi di una sbornia. 

BERE TANTA ACQUA Consiglio apparentemente banale ma efficace, soprattutto d'estate. L'acqua permette al nostro organismo di reidratarsi e favorisce l'eliminazione di piccole quantità di etanolo per mezzo di urine e sudore. Bisognerebbe tenere sempre a portata di mano una bottiglia di minerale, sia prima che durante e dopo l'assunzione di bevande alcoliche. L'ideale, dopo aver bevuto lentamente poco meno mezzo litro d'acqua prima di addormentarsi, sarebbe lasciare una brocca e un bicchiere di fianco al comodino per la notte. 

INSPIRARE PROFONDAMENTE PRIMA DI DORMIRE Con il mal di testa e il bruciore di stomaco che si fanno sentire, addormentarsi dopo aver bevuto troppo è sempre difficoltoso. Può funzionare, però, mettersi a letto sdraiati sul fianco o a pancia in su e poi inspirare lentamente e profondamente trenta volte. Prima della trentesima è molto probabile che vi addormentiate. 

LA COLAZIONE GIUSTA Pane, fette biscottate (in generale tutti i carboidrati, anche prima di bere) e marmellata è la combinazione più consigliata. Durante i postumi il livello di glicemia è basso e la frutta (anche con succhi e spremute) è particolarmente indicata per risolvere questo problema. Menzioni speciali per la banana (per evitare le vertigini dovute alla carenza di potassio) e il miele da usare al posto dello zucchero. Di solito può rivelarsi utile assumere integratori di vitamina B, che giocano un ruolo essenziale nell'eliminazione dell'etanolo. 

TISANE Vanno presi in considerazione anche rimedi naturali, specie per contrastare la nausea, come tisane a base di zenzero, melissa, finocchio e camomilla. Lenitivi e rilassanti, aiutano a smaltire la sbornia in modo lento ma naturale ed efficace. 

STARE ALL'ARIA APERTA Gli effetti dell'alcool possono essere alleggeriti uscendo di casa per stare all'aria aperta. Le attività fisiche praticate, però, devono essere molto leggere, come per esempio una camminata a media intensità. Da evitare assolutamente qualsiasi sport intenso la mattina dopo la sbornia: i riflessi sono scarsi e ci sono rischi di disidratazione e ipoglicemia (tasso di glucosio nel sangue sotto dei normali valori), oltre che di incidenti di ogni tipo. 

ATTENZIONE AL CAFFÈ Grazie al suo potere vasocostrittore, il caffè può aiutare a far passare il mal di testa. Ma non dobbiamo farci prendere dalla tentazione perché questa bevanda irrita lo stomaco, favorisce la secrezione di succhi gastrici e ha effetti disidratanti che dopo una sbornia vengono amplificati.

http://www.quotidiano.net/6-consigli-per-contrastare-gli-effetti-di-una-sbornia-1.2400123

(*) Nota: probabilmente la maggior parte delle persone non prende sul serio questi consigli. Oltre a essere inutili, sono pure più faticosi e difficili da mettere in pratica della sobrietà. 

FOCUS 

Alcol: tatuaggio-sensore avvisa se si è bevuto troppo

Roma, 3 ago. (AdnKronos Salute) - Gli ingegneri della University of California di San Diego (Usa) hanno sviluppato un sensore flessibile indossabile che può misurare con precisione il livello di alcol nel sangue di una persona dal sudore e trasmettere i dati in modalità wireless a un computer portatile, smartphone o altro dispositivo mobile. Il device può essere indossato sulla pelle e potrebbe essere utilizzato da medici e agenti di polizia per il controllo non invasivo e in tempo reale.

Si tratta in pratica di una sorta di tatuaggio temporaneo, che si attacca alla pelle e rileva i livelli di alcol dalla composizione elettrochimica del sudore. Un circuito elettronico portatile collegato al tatuaggio grazie a un magnete è in grado di comunicare le informazioni a un cellulare o altro dispositivo tramite bluetooth. La ricerca è stata pubblicato sulla rivista 'Acs Sensors'.

"Molti incidenti stradali - ricordano gli autori - sono causati da guida in stato di ebbrezza. Questa tecnologia offre un modo accurato, comodo e veloce per monitorare il consumo di alcol e per aiutare a evitare che le persone si mettano al volante se ubriache. (*) Il dispositivo potrebbe essere integrato con un interblocco di accensione della macchina, o gli amici potrebbe usarlo fra di loro per controllarsi a vicenda prima di guidare. Quando si è a una festa o in un bar, il sensore potrebbe anche inviare segnali al telefono per far sapere quanto si è bevuto", concludono.

http://www.focus.it/scienza/salute/alcol-tatuaggio-sensore-avvisa-se-si-e-bevuto-troppo

(*) Nota: le nuove tecnologie a volte hanno utilità e utilizzi sorprendenti. A prima vista sembra un'informazione senza particolare significato, se, come scritto risultasse essere accurata e veloce, potrebbe avere un futuro.