Rassegna del 25 Luglio 2016

A cura di Alessandro Sbarbada, Guido Dellagiacoma, Roberto Argenta

SANIHELP.IT

 Alcol e sigarette: un rapporto molto stretto

di Angela Nanni

 Sanihelp.it, 25-07-2016 - Uno studio pubblicato sulla rivista BMC Public Health e condotto presso l’University College London ha rivelato che chi tenta di smettere di fumare consuma anche meno alcol.

 Gli autori dello studio sono arrivati a queste conclusioni dopo aver seguito 6300 fumatori inglesi: 144 fra loro hanno dichiarato di aver tentato di smettere la settimana prima di essere inclusi nello studio; queste persone si sono rivelate quelle meno propense a consumare alcol o abusarne, rispetto ai fumatori senza alcuna intenzione di smettere.

Le spiegazioni dietro quest’evidenza non sono chiare e soprattutto smentiscono il luogo comune che chi smette di fumare tende a consumare più alcol per compensazione. (*) 

 Chi smette di fumare potrebbe consumare meno alcol sia perché cerca di cambiare completamente stile di vita o perché non bevendo sente anche meno l’esigenza di fumare.

 Secondo i ricercatori, comunque, chi oltre a fumare tende anche a bere parecchio ha bisogno di un aiuto supplementare per smettere di fumare

(*) Nota: il legame tra alcol e nicotina è noto da tempo. La maggior parte delle persone che smette di fumare riduce anche il consumo di alcolici, e viceversa. Tuttavia in una minoranza di casi accade il contrario: smettendo una sostanza si aumenta il consumo dell'altra. In questi casi è un indicatore che il desiderio di bere – o di fumare – è sostenuto bisogni più profondi, ansia, depressione ecc..

GIORNALE DI SICILIA 

Alcol, ne fa uso il 15 per cento di giovani tra i 18 e i 24 anni a Trapani

TRAPANI, 25.07.2016 - A Trapani e nel territorio provinciale il 15 per cento dei giovani tra i 18 ed i 24 anni fa un consumo di alcol che è tra i più elevati in Sicilia e che si attesta al 15 per cento contro il 9 per cento della media regionale, ma non sono di meno gli infortuni nel settore dell'artigianato e dell'edilizia che raggiungono una percentuale del 32,5 per cento.

 Sono questi alcuni dei dati che sono emersi da uno studio approfondito dell'Azienda sanitaria provinciale di Trapani e che ha messo in campo una serie di iniziative per contribuire a far abbassare le percentuali,almeno in alcuni settori, di casi che certamente influiscono anche nel costo della spesa pubblica (ricoveri, interventi chirurgici e quant'altro).

 Ma lo studio dell'Asp provinciale non si ferma qui, ma fa una rassegna di tanti altri fenomeni, quali ad esempio il sovrappeso. In base ai dati (pubblicati anche sul sito internet del' Azienda) il 38 per cento delle persone, su una popolazione di 436.430 cittadini in tutto il territorio della provincia di Trapani nel 2015, il 38 per cento delle persone conduce per la maggior parte della giornata una vita troppo sedentaria e di conseguenza vanno in sovrappeso o addirittura diventano obesi.

http://trapani.gds.it/2016/07/25/alcol-ne-fa-uso-il-15-per-cento-di-giovani-tra-i-18-e-i-24-anni-a-trapani_544141/

IRPINIANEWS.IT

Droga e alcool: week-end di eccessi in provincia per “Notte Bianca” e “Festa della Birra”

25 luglio 2016

 Il Comando Provinciale di Avellino ha predisposto una serie di servizi straordinari per il controllo del territorio della Compagnia di Montella in occasione delle numerose sagre e feste popolari che in questo periodo attirano turisti anche dalle province limitrofe.

L’impiego maggiore di Carabinieri è stato preordinato a Castelfranci, in occasione della “Notte Bianca” e del “Carnevale Estivo” nonché a Nusco per la “Festa Della Birra”.

L’articolato dispositivo ha permesso di effettuare perquisizioni e controlli, con il risultato di 6 persone denunciate in stato di libertà, 6 patente ritirate, ed una serie di contravvenzioni per violazioni alle norme del Codice della Strada, per un importo di alcune migliaia di euro.

In particolare, i Carabinieri della Compagnia di Montella:

– a Torella dei Lombardi, nel corso di un posto di controllo veniva fermato un pregiudicato che stava tornando proprio da Castelfranci. Vista l’evidente sintomatologia, veniva invitato a sottoporsi ai previsti accertamenti presso l’Ospedale di Sant’Angelo dei Lombardi: l’esame permetteva di verificare che aveva di recente assunto cocaina e metadone. Per questo motivo, veniva denunciato in stato di libertà con contestuale ritiro della patente di guida;

– a Nusco, in occasione della locale “Sagra della Birra”, un 32enne di Torella ed un 56enne di Montella sono stati denunciati per guida in stato di ebbrezza, con ritiro delle patenti. Anche in questo caso il tasso alcolemico riscontrato era di poco superiore al doppio del massimo consentito.

LA NUOVA VENEZIA

 Polizia stradale: più incidenti mortali, meno ubriachi

25.07.2016 - I risultati dei primi sei mesi di attività di prevenzione e controlli sulle strade della nostra provincia. Rispetto al 2015 sono in crescita gli scontri tragici mentre calano le denunce per guida sotto l'effetto di sostanze alcoliche.

In questi primi 6 mesi dell’anno la sezione Polizia stradale di Venezia ha effettuato 2594 pattuglie per garantire vigilanza sulla viabilità ordinaria ed autostradale, svolgendo intensa attività sia di controllo che attività di prevenzione, sottoponendo a verifica con precursore od etilometro 8705 conducenti.

Nel periodo indicato sono stati rilevati 226 incidenti. 5 incidenti mortali e 83 incidenti con lesioni per un totale di 130 persone ferite, dato purtroppo in aumento seppur leggero, rispetto allo scorso anno quando gli incidenti mortali furono 4 e 74 quelli con feriti.

Inoltre sono state elevate in totale 6075 contravvenzioni ed i punti patente decurtati ammontano in totale a 9202 .

Sono state 208 le violazioni dell’art.186 per guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche, 

22 in

 meno rispetto allo stesso periodo del 2015. Di queste 78 sono state le denunce penali, poiché ai conducenti è stato riscontrato un tasso superiore a 0,80 g/l. Tra questi un solo neopatentato con un tasso di poco superiore al limite indicato, forse per una maggior attenzione alla guida da parte dei giovani, fatto che sembrerebbe confermato anche dall’età delle persone denunciate per guida in stato di ebbrezza (40-50anni).

Il tasso più elevato riscontrato è stato pari a 3,17 g/l, oltre sei volte il limite consentito pari a 0,5 g/l. In quel caso è stato denunciato un conducente maschio di circa 50 anni che alle ore 12.00 si trovava alla guida di un mezzo pesante in condizioni di assoluta inidoneità. In simili casi si procede anche al sequestro del mezzo finalizzato alla confisca. Limitato il numero delle donne denunciate per guida in stato di ebbrezza, il tasso più elevato 1,81 g/l riscontrato di notte ad una donna di circa 40 anni.

Nel periodo considerato sono stati effettuati 15 servizi contro la sinistrosità notturna, impiegando 32 pattuglie. Tali servizi vengono posti in essere durante i week-end e lungo le strade di passaggio ai luoghi di divertimento per i giovani. Sono stati controllati complessivamente nr 460 conducenti di cui 360 sotto i 32 anni di età. 29 sono stati i conducenti denunciati per guida in stato ebbrezza avendo un tasso superiore a 0,80g/l. 28 quelli contravvenzionati avendo un tasso tra 0.50 e 0,80 g/l. In un solo caso si è riscontrato un tasso superiore a 1,5 g/l. Delle 57 persone trovate alla guida in condizioni di alterazione per l’assunzione di sostanze alcoliche 48 erano uomini e 9 donne. Nei casi predetti la patente viene ritirata e poi sospesa per periodi diversi a seconda della gravità del fatto. E’ prevista sanzione pecuniaria e decurtazione punti.

http://nuovavenezia.gelocal.it/venezia/cronaca/2016/07/25/news/controlli-della-polizia-stradale-a-venezia-aumentano-gli-incidenti-mortali-ma-diminuisce-la-guida-sotto-l-effetto-di-alcol-1.13868434

IL MATTINO 

Stretta sulla movida di Varcaturo denunciati venti ubriachi al volante

GIUGLIANO - Alcool, auto e movida. La tragica equazione delle stragi del sabato sera. E nella notte tra sabato e domenica, è scattato il controllo dei carabinieri della compagnia di Giugliano, diretta dal capitano Antonio De Lise, nella zona di Varcaturo, dove nel fine settimana del periodo estivo, si riversano nei bar, lidi, locali e discoteche, migliaia di persone. 

Allarmante i dati sui conducenti trovati ubriachi al volante: venti su cento guidatori, controllati alla guida di moto e auto incappati nei posti di blocco dei militari, dalla mezzanotte alle sei di domenica mattina. La meta di questi, sottoposti al test alcolimetro hanno fatto registrate una quantità di alcool tale da essere denunciati penalmente alla Procura di Napoli Nord, diretta dal procuratore capo Francesco Grego. Per gli altri, la cui quantità di alcool era più bassa è scattata la sanzione amministrativa che prevede una multa da 500 euro e il ritiro immediato della patente. Insieme ai driver ad alto tasso di alcool, i carabinieri hanno anche denunciato una decina di persone che erano alla guida senza mai aver conseguito la patente.

Nei controlli anti spaccio, le manette sono scattate anche, Antonello Vorzillo, 25 anni, di Mugnano, già noto alle forze dell’ordine, che faceva il pusher nei pressi di una discoteca della zona. Allo spacciatore, che utilizzava la sua auto per fare la spola tra i vari locali della zona della movida, i carabinieri hanno sequestrato una trentina di dosi di cocaina, e circa milletrecento euro, incassato in meno di un’ora di spaccio. L’uomo è stato rinchiuso nel carcere di Poggioreale in attesa dell’udienza di convalida. I militari sono dovuti intervenire nei pressi di un bar, dove era scoppiata una rissa, per il “solito” sguardo di troppo ad una ragazza. Tre gli energumeni denunciati a piede libero.

E se tutto questo non fosse bastato, i carabinieri hanno anche denunciato il marito-padrone di turno per maltrattamenti in famiglia. Controllati anche decine di detenuti agli arresti domiciliari, che sono risultati essere tutti presenti nei rispettivi domicili.

http://www.ilmattino.it/napoli/cronaca/controllo_movida_varcaturo_ubriachi_volante-1874500.html

VICENZA TODAY 

Sarego, crolla dalla bici ubriaco fradicio: multa fino a 12mila euro e arresto

25.07.2016 - Aveva passato il sabato sera brindando abbondantemente con gli amici ma, quando è stato il momento di tornare a casa in sella alla sua bici non ce l'ha fatta. Soccorso, gli è statoi riscontrato un tasso etilico quasi 8 volte oltre il limite ed è stato denunciato

Rischia un’ammenda da 3 mila a 12mila euro e l’arresto da 

12 a

 24 mesi il 40enne di origini indiane fermato dalla polizia locale ubriaco fradicio mentre tentava di tornare a casa in sella alla sua bici. Il fatto è avvenuto a Sarego, sabato sera. 

L'uomo aveva trascorso alcune ore con gli amici, bevendo abbondantemente e, quando ha deciso che era il momento di andarsene, ha preso la bicicletta e ha iniziato a pedalare. Completamente ebbro, ha perso l'equilibrio ed è stramazzato a terra. Un passante si è fermato e l'ha soccorso ma, quando ha scoperto il motivo del malessere, ha chiamato la polizia locale. Arrivati sul posto gli agenti hanno prelevato il ciclista che è risultato essere positivo all'alcol test con un valore di quasi 8 volte oltre il limite e l'hanno denunciato. 

CIOCIARIA OGGI 

Ragazzo ubriaco lancia bottiglie ad un gruppo di persone, poi aggredisce i carabinieri 

24.07.2016 - Ubriaco alla manifestazione “Cantine Aperte” di Acuto, prima lancia bicchieri e bottiglie all’indirizzo di un gruppo di persone, poi aggredisce con calci e pugni i carabinieri intervenuti sul posto.

E’ accaduto ieri sera, quando i militari della Compagnia di Anagni hanno arrestato un 24enne anagnino che, in evidente stato di ebbrezza, aveva lanciato bottiglie e bicchieri verso alcune persone, fortunatamente senza colpirle. I carabinieri, allertati dalle vittime del gesto, hanno fermato il ragazzo che, per sottrarsi al controllo, li ha aggrediti e ha rivolto loro frasi ingiuriose. Dopo essere stato bloccato, il giovane è stato arrestato, in attesa della celebrazione del rito direttissimo previsto per domani.

http://www.ciociariaoggi.it/news/news/24056/acuto-cantine-aperte-ragazzo-ubriaco-aggredisce-carabinieri.html

VICENZA TODAY 

Schio, folle corsa in Mercedes: fermato ubriaco

Rocambolesco inseguimento, l'altra sera a Schio, dopo che gli agenti della polizia locale avevano intercettato una Mercedes SLK, diretta verso via XXIX Aprile, che procedeva a velocità sostenuta. Raggiunta, veniva fermata in condizioni di sicurezza in Via Giusti. Il conducente, romeno 26enne, era ubriaco

25.07.2016 - Ha cercato di seminare la polizia locale con il suo bolide ma non c'è riuscito e, al controllo è risultato ubriaco.

Poco dopo la mezzanotte di domenica, una pattuglia del Consorzio Polizia Locale Alto Vicentino intercetta in Via L. Da Vinci di Schio una Mercedes SLK, diretta verso via XXIX Aprile, che procedeva a velocità sostenuta. Posta all'inseguimento la stessa veniva fermata in condizioni di sicurezza in Via Giusti, dove il mezzo aveva tentato di dileguarsi.

Poichè il conducente 26enne di origini romene presentava evidenti sintomi dello stato di ebbrezza alcolica, gli agenti procedevano a sottoporlo a pre test con esito positivo. Accompagnato presso il Comando e sottoposto a prova con etilometro in dotazione, si accertava che il giovane presentava un tasso alcolemico quasi doppio a quello consentito dal Codice della Strada. Gli è stata ritirata la patente e è stato denunciato presso il Tribunale di Vicenza per il reato di guida in stato d'ebbrezza alcolica e alla decurtazione di 15 punti.

IRPINIA NEWS 

Troppo ubriaco per guidare, blocca il SUV su una scalinata. Rischiava il coma etilico

25.07.2016 - A Castelfranci i Carabinieri della Compagnia di Montella, a seguito di controlli alla circolazione stradale, hanno deferito tre persone, di età compresa tra i 22 ed i 51 anni, che si erano messe alla guida con tasso alcolemico ben oltre il limite massimo consentito.

Un 51enne che stava cercando di rientrare a Montemarano, imboccava una strada con alla fine una scalinata. E proprio lì rimaneva bloccato con il suo SUV, rimasto in bilico, con le ruote posteriori che non toccavano più a terra.

All’automobilista, sottoposto al test con l’etilometro, gli veniva riscontrato un tasso alcolemico di 2,50 g/l, valore con il quale si rischia di andare in coma etilico. Visto l’elevato dato, oltre alla denuncia in stato di libertà ed il ritiro del documento per la guida, all’automobilista gli veniva anche sequestrato il veicolo, che sarà confiscato.

Per gli altri due, un 33enne di Castelvetere ed un 22enne del posto, si procedeva alla denuncia in stato di libertà ed al ritiro delle patenti, avendo riscontato un tasso alcolemico di poco superiore ad un g/l (il massimo previsto è pari a 0,5 g/l).

LA REPUBBLICA

Milano, 66enne ubriaco muore dopo aver ingoiato la dentiera

Il decesso nel pronto soccorso del Fatebenefratelli. L'uomo si era sentito male in un bar dove era caduto sbattendo la testa

24.07.2016 - E' morto dopo aver ingoiato la dentiera. E' successo a Milano, dove un 66enne italiano, ubriaco, è stato soccorso in un bar di via Friuli dove stava mangiando del prosciutto. L'uomo, in stato di alterazione alcolica, si era sentito male e cadendo aveva battuto la testa. Arrivato in codice verde al pronto soccorso del Fatebenefratelli, dove i sanitari gli avevano trovato addosso una bottiglia di gin, era stato trattenuto in osservazione.

 L'uomo è poi deceduto per un arresto respiratorio, aveva un trauma cranico e un ematoma sottodurale. Sul posto era intervenuta la polizia con il 118.

BARI TODAY 

Positivo all'alcol test durante il servizio, licenziato autista Amtab

L'episodio a maggio scorso: i passeggeri, allarmati dalla guida spericolata del conducente, avevano chiesto l'intervento della Municipale. Il dipendente ha negato il risultato del test ma l'azienda, preso atto del rapporto stilato dai vigili ha proceduto la licenziamento in base al Codice disciplinare

La sua guida troppo 'spericolata' aveva messo in allarme i passeggeri, che avevano allertato 

la Polizia

 municipale. Una volta al capolinea, gli agenti avevano sottoposto il conducente Amtab all'esame dell'etilometro, risultato positivo. Così, dopo la sospensione e l'esame del cao da parte dell'azienda, per il dipendente sorpreso in servizio ubriaco è scattato il licenziamento.

La notizia è riportata oggi dall'edizione online della Gazzetta del Mezzogiorno. L'episodio risale allo scorso 26 maggio, quando il conducente, alla guida di un bus navetta, era risultato positivo all'alcol test effettuato dalla Polizia municipale. Nonostante il tentativo di difendersi negando il risultato, per lui era scattata la revoca della patente, la denuncia e la segnalazione all’autorità giudiziaria.

L'azienda di trasporto ha quindi avviato verifiche sul caso, e sulla base del rapporto della Polizia municipale e di quanto previsto dal codice disciplinare, ha reso effettivo il licenziamento.

http://www.baritoday.it/cronaca/ubriaco-alla-guida-licenziato-autista-amtab.html