Rassegna del 25 Giugno 2016

A cura di Alessandro Sbarbada, Guido Dellagiacoma, Roberto Argenta

 UNA RICERCA IN LOMBARDIA

 http://www.resegoneonline.it/articoli/Alcol-e-droghe-piaghe-sociali-anche-in-Lombardia-20160624/ 

RESEGO ON LINE 24,06,2016

ALCOL E DROGHE: PIAGHE SOCIALI ANCHE IN LOMBARDIA

Un lombardo su dieci si è ubriacato negli ultimi dodici mesi; 700mila lombardi hanno usato cannabis; 120mila cocaina.

Circa 1 milione di lombardi (15-64 anni) ha dichiarato di essersi ubriacato nell'ultimo anno. Tra i giovani (15-24) addirittura uno su tre. E ancora, sempre nell'ultimo anno, piu' di 700.000 lombardi hanno usato cannabis. Sono solo alcuni dei dati emersi dalla ricerca commissionata dalla Regione Lombardia al Siapad (Sistema Integrato Analisi e Previsione Abuso e Dipendenze) sul territorio con l'obiettivo di indagare il livello di penetrazione del consumo/abuso di sostanze psicoattive fra la popolazione nella fascia d'eta' fra i 15 e i 64 anni.

Sono stati raccolti 8.200 questionari validi cosi' stratificati in modo da rendere il campione rappresentativo della popolazione generale lombarda. Pur tenendo presente gli evidenti limiti di questo tipo di indagini che, necessariamente, si basano sulle dichiarazioni volontarie di chi compila i questionari, gli strumenti utilizzati, soprattutto in termini di tendenza generale, permettono una fotografia della situazione locale confrontabile dinamicamente con le rilevazioni precedenti, con analoghe rilevazioni effettuate a livello nazionale ed internazionale e con altri metodi indiretti di rilevazione.

820.000 persone hanno dichiarato di aver consumato "almeno una volta negli ultimi dodici mesi" una sostanza psicoattiva illegale. Circa 700.000 di questi lo hanno fatto anche negli ultimi trenta giorni. Nel campione di chi dichiara di aver consumato almeno una volta, negli ultimi dodici mesi, una sostanza psicoattiva illegale, 1 intervistato su 4 ha un'eta' inferiore ai 24 anni e 1 su 5 un'eta' fra i 25 e i 34 anni. Il consumo di almeno una sostanza illegale e' prevalente nella prima fascia d'eta' (15-24 anni) e si stabilizza tra i 25 e i 34 anni per poi diminuire significativamente nelle fasce piu' adulte.

La cannabis e' la sostanza piu' diffusa. Nell'ultimoa nno piu' di 700.000 cittadini lombardi ne hanno fatto uso. Anche in questo caso le fasce di eta' piu' giovani sono piu' interessate al consumo, in particolare tra i 15-24 anni si accentua maggiormente l'utilizzo con il 29 per cento di utilizzatori in questa fascia che dichiarano un consumo di almeno una volta l'anno. Oltre l'80 per cento di chi ha dichiarato un consumo almeno una volta nell'anno ne dichiara anche un consumo negli ultimi 30 giorni (il 24 per cento sul totale degli intervistati).

La ricerca conferma l'inizio dell'uso precoce di questa sostanza fra i preadolescenti. Nel 2014, l'8 per cento degli studenti di 11 anni ha dichiarato l'uso di cannabis ma nella fascia d'eta' dei 15 anni la percentuale sale al 26,6. Il dato evidenzia come l'eta' critica per iniziare a fumare cannabis sia tra i 13 e i 15 anni, periodo di passaggio tra la scuola secondaria di I e di II grado 

Circa un milione di lombardi (15-64 anni) dichiara di essersi ubriacato nell'ultimo anno. Nella fascia piu' giovane (15-24) si e' ubriacata 1 persona su 3. Osservando anche un'altra ricerca condotta nella popolazione scolastica lombarda di eta' compresa tra i 15 e i 19 anni emerge che Il 66,5 per cento dei ragazzi di 15 anni ha utilizzato alcol negli ultimi 12 mesi. Osservando un'altra fonte (HBSC), che osserva la popolazione scolastica di 11-13 e 15 anni, si nota che cambiano gli stili di consumo.

Quasi due milioni di persone fumano abitualmente tabacco e, tra i 15 e i 24 anni, la percentuale di fumatori abituali e' superiore alle altre fasce di eta' e si colloca al 35 per cento. Osservando un'altra fonte (HBSC) emerge che l'eta' critica per iniziare a fumare tabacco e' tra i 13 e i 15 anni; diminuisce il consumo tra gli 11enni; rimane costante tra i 15enni. Fra loro diminuiscono i maschi e aumentano le femmine (inversione nelle tradizionali differenze di genere nei comportamenti a rischio).

Circa 120.000 cittadini lombardi hanno usato cocaina nello scorso anno. Piu' di 250.000 cittadini lombardi hanno dichiarato l'uso di altre sostanze oltre cocaina, eroina, cannabis ed altro. In testa la cannabis sintetica. E' importante notare anche come i mix di sostanze diverse siano un comportamento molto frequente.

 CONSEGUENZE DEL CONSUMO DI VINO, BIRRA ED ALTRI ALCOLICI

 http://www.ilgazzettino.it/nordest/rovigo/giovanni_sartin_clochard_rovigo_morto_alcol-1816559.html 

IL GAZZETTNO 24,06,2016

MUORE IN STRADA SOFFOCATO DALL’ALCOL

Giovanni aveva solo 49 anni

ROVIGO - «Ciao Giovanni, ciao "zucòn", bel ragazzo dagli occhi azzurri». Dalla comunità parrocchiale di Borsea arriva un saluto dolce e commosso, venato da una punta di rammarico per non essere riusciti a salvare Giovanni Sartin, 49 anni, clochard "storico" di Rovigo. Tutti lo conoscevano, aveva trasformato una panchina nella sua "casa". L'alcol lo ha ucciso, lasciandolo steso per terra, fra corso del Popolo e piazza Duomo, in via Trento.

 http://www.tio.ch/News/Ticino/Cronaca/1092934/Chirurgo-bandito-dalla-sala-operatoria-per-problemi-di-alcol/ 

TIO.CH 

CHIRURGO BANDITO DALLA SALA OPERATORIA PER PROBLEMI DI ALCOL

25.06.2016

Il DSS ha ristretto l’attività del medico del Luganese

È un chirurgo ortopedico del Luganese il medico che si è visto restringere e limitare con effetto immediato l’autorizzazione all’esercizio della sua professione.

M. B., questo il nome del professionista, non potrà svolgere nessun tipo di attività chirurgica. A deciderlo è stato il Dipartimento sanità e socialità, come riportato dal Foglio Ufficiale.

Dietro la decisione, tuttavia, non ci sarebbe un errore medico, ma un problema di natura personale, quello dell'abuso di alcol, sufficiente per il DSS a rendere incompatibile la cattiva abitudine con l'esercizio della sua professione in sala operatoria.

Stando alla Rsi sarebbe stata la Procura a segnalare il caso al medico cantonale.

 http://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca/2016/06/24/news/torna-ubriaco-a-casa-e-maltratta-la-moglie-1.13716100 

MESSAGGERO VENETO 

TORNA UBRIACO A CASA E MALTRATTA LA MOGLIE

24.06.2016

Fanno pace, poi mezz’ora dopo altra discussione e interviene di nuovo la Polizia. Oltre 30 interventi per liti, risse e disturbo in sette giorni

UDINE. Torna a casa ubriaco e comincia a urlare, ma quando lei gli chiede di fare piano per non svegliare i bimbi che dormono la maltratta facendola anche finire a terra. L'ennesimo episodio di violenza domestica si è verificato ieri sera in un'abitazione di Udine.

La donna, 27 anni, spaventata per i figli, ha chiamato la Polizia. Erano circa le 23.15. Ha spiegato agli agenti che non era la prima volta che il compagno, un udinese di 35 anni, tornava a casa ubriaco e la maltrattava. In un caso, ha spiegato, era stata costretta a recarsi in pronto soccorso per un forte schiaffo al volto che le aveva provocato anche una leggera perdita d'udito.

Ma lei, per paura, non voleva sporgere denuncia e i due si sono riappacificati davanti ai poliziotti.

Meno di mezz'ora dopo la donna ha fatto partire una nuova chiamata al 113. Non appena la Polizia aveva lasciato la casa lui l'aveva aggredita di nuovo, accusandola di aver combinato un guaio chiamando gli agenti e insultandola.

Nella foga aveva anche lanciato una borsa che aveva colpito il figlio maggiore della ragazza, un bimbo di pochi anni, svegliato dal trambusto in casa.

La donna, che non ha voluto sporgere denuncia nei confronti del compagno, è stata ospitata da alcuni parenti e invitata a mettersi in contatto con le associazioni per le donne vittime di violenza.

Il caso è solo uno dei tanti interventi effettuati dalle forze dell'ordine negli ultimi giorni: 30 in città in una settimana, tra Polizia e Carabinieri, per liti in famiglia, risse e disturbo della quiete pubblica. Solo nell'ultima giornata si sono contati otto interventi.

 http://www.ilgiorno.it/martesana/cernusco-badante-arresto-1.2286447

IL GIORNO 

CERNUSCO, ARRESTATO BADANTE UBRIACO

25.06.2016

Si barrica in stanza, minaccia il padrone di casa e picchia i carabinieri

Un badante ubriaco si è chiuso in una stanza dell'abitazione dell'anziano 80enne che cura e, dopo aver minacciato il figlio del padrone di casa, ha aggredito i carabinieri.

E' successo a Cernusco sul Naviglio. Il badante, 47enne romeno con precedenti per reati contro la persona, ieri sera aveva alzato un po' troppo il gomito e si era barricato in camera. Il figlio 52enne dell'anziano ha cercato di farlo ragionare, ma il badante gli ha detto che se avesse aperto la porta avrebbe aggredito lui e il padre. Chiamato il 112, i carabinieri hanno aperto la porta e il badante, poi arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, si è scagliato contro di loro sferrando calci e pugni.

 http://www.imperiapost.it/184843/panico-a-diano-marina-ubriaco-tenta-la-rapina-con-una-pistola-poi-ruba-il-portafoglio-di-unanziana-24enne-arrestato-dai-carabinieriecco-cosa-e-successo

IMPERIAPOST 

PANICO A DIANO MARINA. UBRIACO, TENTA LA RAPINA CON UNA PISTOLA, POI RUBA IL PORTAFOGLIO DI UN’ANZIANA. 24ENNE ARRESTATO DAI CARABINIERI/ECCO COSA E’ SUCCESSO

24.06.2016

Ubriaco, è entrato in un negozio con una pistola nei pantaloni e un sacco in mano. E’ successo nella serata di giovedì scorso, 23 giugno, nel centro di Diano Marina, in via Genova. Protagonista un cittadino di origine ungherese di 24 anni.

Il giovane è entrato all’interno dell’ottico Fagnola. Non parlando italiano, ha gesticolato animatamente, chiedendo al titolare i soldi dell’incasso. Al no del proprietario del negozio, però, il 24enne ha desistito, dandosi alla fuga.

Nel corso del fuga, non pago, il giovane ha anche derubato un’anziana del portafoglio prima di essere fermato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Imperia e tratto in arresto con l’accusa di tentata rapina e furto con destrezza. Al controllo dei militari, la pistola è risultata poi essere un’arma giocattolo.

L’arresto è già stato convalidato dal giudice e il 24enne si trova ora detenuto nel carcere di Imperia.

 http://www.sardiniapost.it/cronaca/ubriaco-aggredisce-la-madre-le-estorce-soldi-arrestato-villacidro/

SARDINIA POST 

UBRIACO, AGGREDISCE LA MADRE E LE ESTORCE SOLDI: ARRESTATO A VILLACIDRO

24.06.16

In preda ai fumi dell’alcol ha aggredito la madre, minacciandola di morte e danneggiando i mobili della casa, per estorcerle 50 euro. Arrestato per maltrattamenti in famiglia, estorsione, violenza e resistenza a pubblico ufficiale Fabio Pia, di 24 anni. I carabinieri lo hanno bloccato mentre aggrediva la madre nella sua abitazione a Villacidro. Visti i militari il giovane ha lanciato contro di loro un mattone. Nel 2013 si era reso responsabile di episodi analoghi

 GUIDA IN STATO DI EBBREZZA

 http://www.forlitoday.it/cronaca/guida-in-stato-di-ebrezza-una-patente-prende-il-volo-nel-corso-della-notte.html 

FORLI RODAY 

GUIDA IN STATO DI EBREZZA, UNA PATENTE "PRENDE IL VOLO" NEL CORSO DELLA NOTTE

25.06.2016

Una patente per guida in stato di ebrezza è stata ritirata nella notte tra venerdì e sabato, nel corso dei controlli della Polizia Stradale

Una patente per guida in stato di ebrezza è stata ritirata nella notte tra venerdì e sabato, nel corso dei controlli della Polizia Stradale. Intorno alle 4 sulla via Emilia è stata ritirata la patente ad una giovane forlimpopolese di 26 anni, che era alla guida di una Opel Adam. La donna è stata sanzionata con 531 euro di multa, sono stati decurtati 10 punti dal documento di guida che verrà sospeso dalla prefettura per tre mesi. L’intervento è stato eseguito dalla Polstrada di Forlì, distaccamento di Rocca San Casciano.

 http://www.ladige.it/territori/valsugana-primiero/2016/06/24/ubriaco-senza-patente-non-ha-mai-conseguita 

L'ADIGE 

UBRIACO E SENZA PATENTE, NON L’HA MAI CONSEGUITA

24.06.2016

Prima ha detto di aver dimenticato la patente a casa, poi è risultato positivo all'alcoltest. Nei guai è finito un 25enne moldavo, fermato per un controllo dai carabinieri di Borgo Valsugana. Dalle verifiche in banca dati i militari hanno scoperto che il giovane non ha mai conseguito la patente. Inoltre il tasso alcolemico era molto alto, pari a 1.15 grammi per litro. 

Nella stessa serata è stato fermato e sottoposto ad alcoltest un 29enne italiano, alla guida della propria auto: aveva un tasso di alcol di 1.80 grammi per litro. È stato denunciato per guida in stato d'ebbrezza e la sua patente è stata ritirata. 

 http://www.romagnanoi.it/news/rimini/1226498/Muore-scooterista-in-uno-scontro-con.html 

ROMAGNA NOI 

TRAVOLTO E UCCISO DA UN UBRIACO AL VOLANTE 

Gianni Marinelli era alla guida della Vespa quando è stato tamponato da un furgoncino guidato da un senegalese

24.06.2016

Pare stesse tornando a casa dopo un pomeriggio trascorso al mare, a Torre Pedrera, con la moglie e le due figlie, entrambe minorenni, quando all’improvviso un furgoncino guidato da un 50enne senegalese l’ha tamponato facendolo carambolare oltre il guard rail di via Tolemaide. Un impatto tremendo, che ha spezzato la vita di un 46enne commerciante santarcangiolese. Gianni Marinelli, originario di Matelica (piccolo comune in provincia di Macerata), viveva da anni a Santarcangelo, dove lavorava nella fioreria Monica, in via Giovanni da Serravalle, di proprietà della moglie. Sono le 19.40 di mercoledì, quando Marinelli, in sella alla sua Vespa bianca, percorre via Tolemaide in direzione Santarcangelo.

Nel tratto discendente del cavalcavia autostradale un furgoncino guidato da un senegalese lo centra in pieno. Almeno così risulterebbe dai primi rilievi effettuati dalla polizia Municipale di Rimini. Il 46enne finisce oltre le barriere di contenimento: l’impatto col terreno è violentissimo e, all’arrivo dei sanitari del 118, le sue condizioni già disperate. Marinelli viene immediatamente caricato sull’ambulanza che a sirene spiegate parte verso l’ospedale Infermi di Rimini. Nel frattempo, l’autista senegalese, P visibilmente sotto choc, viene sottoposto come da prassi ad alcol test e droga test. Il tasso alcolemico riscontrato dagli agenti supererebbe di molto il limite consentito (che è 0,5 g/l). Da qui le accuse di guida in stato di ebbrezza e di omicidio stradale. Mentre il furgoncino del 50enne viene posto sotto sequestro e la patente dell’uomo ritirata, le condizioni di Marinelli si aggravano.

Durante il tragitto in ospedale, infatti, il commerciante va in arresto cardiocircolatorio e a nulla valgono i tentativi dei sanitari di rianimarlo. Nonostante il casco, il 46enne ha riportato un trauma cranico di grave entità al quale è andato ad aggiungersi un altrettanto grave trauma toracico. I medici hanno fatto di tutto per salvarlo, ma non c’è stato nulla da fare. Marinelli e la moglie Monica erano entrambi molto conosciuti a Santarcangelo, proprio per via della fioreria che gestivano insieme. “Era una persona che si faceva voler bene, sempre disponibile, col sorriso sulle labbra - racconta un suo concittadino -. Non ho parole per quanto accaduto, davvero una tragedia enorme. E’ proprio vero che ad andarsene sono sempre i migliori. Il mio pensiero va alla moglie e alle due figlie”.

 http://www.metropolisweb.it/news/ubriaco-alla-guida-travolge-una-ragazza-in-scooter-a-positano-arrestato/14249.html 

METROPOLIS 

UBRIACO ALLA GUIDA TRAVOLGE UNA RAGAZZA IN SCOOTER A POSITANO: ARRESTATO

24.06.2016

Ubriaco, aveva investito una ragazza sulla Costa Amalfitana nella notte, travolgendola alla guida della sua auto, con lei in scooter, e poi svignandosela senza soccorrerla. L'uomo, C.I.D., 47enne, è finito in manette dopo una rapidissima indagine svolta dai carabinieri della stazione di Positano, con le accuse contestate di omissione di soccorso e guida in stato di ebrezza. Il motociclista residente a Salerno ha provocato con la sua condotta un incidente sulla statale 163, all’altezza di Positano, investendo il ciclomotore guidato da una ragazza 30 enne del posto. Incurante del colpo e della caduta della malcapitata, l'uomo non si è fermato a soccorrerla nè ha chiamato i soccorsi. L'ambulanza arrivata successivamente ha trasportato la ragazza all'ospedale di Sorrento, mentre i militari hanno cominciato a ricomporre il puzzle sulle tracce del malfattore, tradito dalla perdita di alcuni pezzi di carrozzeria rimasti sull'asfalto. Nel giro di poco, gli indizi hanno definito il quadro accusatorio, con i pezzi mancanti a incastrare il mosaico indiziario, e allo stesso tempo, l'indagato, finito in manette. Sottoposto ad alcoltest, ha evidenziato un tasso alcolemico superiore al consentito di sei volte: la ragazza ne avrà per trenta giorni. 

 IL LAVORO DELLE FORZE DELL’ORDINE

 http://www.rovigooggi.it/articolo/2016-06-24/in-auto-e-in-moto-con-alcool-e-cocaina/#.V25jD7iLSUk 

ROVIGO OGGI

IN AUTO E IN MOTO CON ALCOOL E COCAINA

24.06.2016

Otto pattuglie - quattro della Compagnia di Rovigo e quattro delle stazioni dipendenti - per un totale di otto militari dispiegati sul territorio. Questa la mole del servizio straordinario di controllo del territorio messo in atto dai carabinieri della Compagnia di Rovigo, guidata dal maggiore Salvatore Gibilisco

Rovigo - In due sono stati denunciati per guida in stato di ebbrezza. Un 38enne dell'Alto Polesine e un 36enne della Bassa Padovana. Controllati dai carabinieri, avrebbero fatto registrare tassi alcolemici superiori al doppio della soglia massima di tolleranza prevista dalla legge. E' accaduto nel corso del controllo straordinario del territorio messo in atto dai carabinieri della Compagnia di Rovigo e delle stazioni dipendenti.

I carabinieri di Lendinara hanno invece trovato un motociclista di Lendinara con un piccolo quantitativo di cocaina nascosto addosso. Per lui nessun provvedimento penale, ma comunque una segnalazione alla Prefettura come assuntore di stupefacenti.

Infine, secondo le contestazioni sono state trovate due persone alla guida senza patente. Si tratta di un 34enne residente in città e di un 40enne di Polesella. A entrambi il titolo di guida era stato revocato in precedenza dalla Prefettura. Anche per loro sono scattate sanzioni e contestazioni di rito.

 http://www.avellinotoday.it/cronaca/droga-e-alcool-nel-vallo-lauro-decine-di-controlli.html 

AVELLINO TODAY 

DROGA E ALCOOL NEL VALLO LAURO: DECINE DI CONTROLLI

24.06.2016 

I militari della dipendente Stazione di Lauro, durante un posto di controllo alla circolazione stradale, hanno fermato un’ autovettura condotta dal citato 24enne, il quale fatto scendere dal veicolo, presentava diversi sintomi tipici dell’ assunzione di bevande alcoliche. Sottoposto al test mediante etilometro lo stesso, risultato positivo, veniva denunciato all’ Autorità Giudiziaria per guida sotto l’ influenza di sostanze alcoliche. Di conseguenza al trasgressore, veniva ritirata la patente di guida.

Nell’ ambito del medesimo servizio, venivano fermate altri tre soggetti rispettivamente di anni 20 e 27,28, tutti originari del dei comuni del Vallo di Lauro, che alla vista dei militari, con gesti repentini cercavano di occultare qualcosa nei propri indumenti. Gli stessi, sottoposti a perquisizione venivano trovati in possesso di alcune dosi di sostanza stupefacente di tipo hashish e marjuana, per uso personale, per le quali venivano segnalati alla locale Prefettura per i provvedimenti di competenza.

 http://www.ilcittadinomb.it/stories/Cronaca/bovisio-e-monza-troppo-ubriachi-14enne-e-17enne-ricoverati-allospedale_1189482_11/ 

IL CITTADINO 

BOVISIO E MONZA: TROPPO UBRIACHI, 14ENNE E 17ENNE RICOVERATI ALL’OSPEDALE

24.06.2016

Sei interventi del personale sanitario segnalate dalla Agenzia regionale emergenza urgenza per intossicazioni etiliche, venerdì notte, in tutta la Brianza: il caso più grave a Bovisio dove un 14enne è finito in gravi condizioni all’ospedale di Garbagnate Milanese.

In una delle prime notti caldissime dell’estate brianzola, venerdì, registrati numerosi interventi da parte degli operatori del 118 per soccorrere alcune “vittime” della “movida alcolica”, soprattutto giovani e, talvolta, giovanissimi. Vedi il caso di un 14enne di Bovisio Masciago finito in codice giallo, quindi non proprio uno scherzo, all’ospedale di Garbagnate Milanese per intossicazione etilica dopo essere stato soccorso, attorno alle 22.30, in via Paganini.

Ha solo tre anni in più, 17, un altro ragazzo finito all’ospedale San Gerardo, questa volta in codice verde, a Monza, dopo aver alzato un po’ troppo il gomito durante lo spettacolo pirotecnico al parco per San Giovanni. È stato soccorso in viale Cavriga poco prima di mezzanotte.

All’1 e 24, a Albiate, in via Monfalcone, soccorso un 52enne anche in questo caso per intossicazione etilica. È stato ricoverato in codice verde all’ospedale di Carate. Quattro minuti più tardi, a Limbiate, carabinieri e ambulanza in via XXV Aprile per una aggressione: nulla di grave. Poco prima delle 2, a Seregno, un altro intervento per soccorrere un 29enne, in via Sant’Anna, anche lui reduce da una abbondante bevuta. Ancora, alle 3.11 a Limbiate, sempre in via XXV Aprile, un 23enne è stato soccorso e trasportato in codice verde all’ospedale di Garbagnate, sempre per intossicazione da alcol.

Alle 3.24, ad Agrate Brianza, ambulanza e automedica in codice rosso, oltre che i carabinieri, si sono portati in via Talete dopo una segnalazione di una violenta aggressione a una donna. Una volta sul posto, fortunatamente, hanno appurato che l’episodio era decisamente meno grave del previsto.

Alle 4.32, infine, ancora a Monza, in via Arosio, i sanitari su un’ambulanza della Croce Rossa hanno soccorso un uomo: anche lui aveva bevuto troppo ma non si è reso necessario il ricovero.

 http://www.savonanews.it/2016/06/24/leggi-notizia/argomenti/cronaca-2/articolo/contrasto-allabuso-di-alcol-e-droghe-tra-i-giovani-controlli-dei-carabinieri-in-provinciale.html 

CONTRASTO ALL'ABUSO DI ALCOL E DROGHE TRA I GIOVANI: CONTROLLI DEI CARABINIERI IN PROVINCIALE

venerdì 24 giugno 2016, 13:15

L'intervento proseguirà fino a tarda notte

Controlli dei Carabinieri su tutta la Provincia di Savona. A partire da questa mattina gli uomini degli Armi stanno effettuando dei servizi d'ordine sul territorio provinciale.

Gli interventi sono finalizzati al contrasto dell'abuso di alcol e droghe tra i giovani, contro le stragi del sabato sera. I controlli sono in corso all'interno di luoghi di aggregazione giovanile e proseguiranno fino a tarda notte. 

 http://ilcaffe.tv/articolo/25457/notte-di-controlli-ad-aprilia-trovata-droga-e-farmacista-ubriaco-alla-guida

IL CAFFE.TV 

NOTTE DI CONTROLLI AD APRILIA: TROVATA DROGA E... FARMACISTA UBRIACO ALLA GUIDA

24.06.2016

Tra stanotte e stamattina certamente i cittadini di Aprilia si saranno accorti del massiccio dispiegamento di Carabinieri in giro per il territorio comunale. Si tratta di un servizio fortemente voluto dal Comandante provinciale dei Carabinieri e dal Prefetto di Latina volto a garantire un maggiore senso di sicurezza della popolazione, anche a seguito degli ultimi episodi di criminalità che hanno visto protagonista Aprilia e del tavolo provinciale sulla sicurezza che si è riunito nei giorni scorsi. I controlli sono stati incentrati a reprimere lo spaccio di stupefacenti, le violazioni alle regole per la sicurezza stradale e a contrastare la pericolosità sociale di quanti sono sottoposti ai domiciliari.

I carabinieri del reparto Territoriale di Aprilia, quelli del raggruppamento aeromobili Carabinieri di Pratica di Mare, al nucleo cinofili e della compagnia di Latina e Terracina, hanno elevato una sanzione amministrativa per violazione all’ordinanza comunale anti prostituzione, 10 sanzioni per violazioni al codice della strada, sequestrati amministrativamente 5 veicoli e ritirato 2 patenti di guida.

Hanno poi denunciato tre indiani in via Pantanelle, che in casa nascondevano 56 bulbi di papavero da oppio per un totale di 110 grammi, nonché 2 grammi di hashish.

Un 47enne romano, residente ad Aprilia, già conosciuto alle forze dell'ordine, insieme a un 37enne di Albano, sono stati trovati fuori dalle loro abitazioni nonostante fossero sottoposti agli arresti domiciliari.

Il 24enne genzanese A.V., residente a Lanuvio, era invece alla guida di un'auto sebbene non avesse mai conseguito la patente.

Un farmacista di Aprilia di 54 anni è stato invece fermato al volante della sua auto con un tasso alcolico superiore al limite consentito; stessa cosa per un 32enne rumeno. Infine, un 35enne di Aprilia (K.P. le sue iniziali) addosso aveva 3 grammi di marijuana e 1,3 di hashish: anche lui si è beccato una denuncia.

 INIZIATIVE DI INFORMAZIONE E PREVENZIONE

 http://ilfaro24.it/wordpress/?p=13352 

IL FARO 24 

L’AQUILA, TRA I GIOVANI IN AUMENTO IL CONSUMO DI ALCOOL E DROGHE

24.06.2016

Calcio per ragazzi under 13 per mettere la droga in ‘fuorigioco’: la ‘colonnina’ del consumo, con trend generale in crescita, fa infatti scattare l’allarme anche per minori e ragazzi. Lo scorso anno, il centro diurno terapeutico del Sert, in un apposito spazio per minori che si avvale di esperti psicologi e personale specializzato e che assiste anche i familiari, ha seguito 19 giovanissimi, con problemi di droga e alcol, di cui 8 minori (a partire dai 14 anni) e gli altri 11 con età compresa tra i 18 e i 23 anni. Anche quest’anno il servizio della Asl per la cura delle dipendenze patologiche (alcol, droga e gioco d’azzardo), diretto da Daniela Spaziani, psichiatra, ha voluto tenere accesi i riflettori sul fenomeno tramite un potente ‘collante’ sociale come lo sport. Domani, sabato 25 giugno, sarà il campo sportivo di San Gregorio a ospitare un torneo di calcio, con 8 squadre composte ciascuna da 7 giovanissimi, formate da ragazzi sotto i 13 anni. Calcio d’inizio alle ore 9, con premiazione finale e buffet alle ore 13.00, per quasi 60 baby calciatori che si sfideranno sul rettangolo di gioco. Al di là del risultato il senso dell’iniziativa è quello di cominciare a coltivare l’idea, sin dalle scuole medie, di fare ‘catenaccio’, formando una ‘difesa’ impenetrabile contro il rischio delle dipendenze, a partire dalla droga. Questo primo torneo di calcio a sette, che si svolgerà a San Gregorio alla vigilia della giornata mondiale della lotta agli stupefacenti (che cade domenica 26 giugno) si intitola “Dai un calcio alla droga’ e vedrà coinvolta, oltre alla Asl, la cooperativa sociale Ideali di cui è presidente Mariachiara Sulpizio. Al torneo di calcio è affidato il compito di diffondere il messaggio della prevenzione sulla droga e sugli altri tipi di problematiche. Nella griglia delle dipendenze, relative al 2015, tutte le ‘voci’ sono in aumento, con pochissime eccezioni. Nello scorso anno il Sert ha seguito 512 pazienti, in lieve aumento rispetto al 2014 (495). Sono però aumentati i nuovi ingressi: 113 pazienti rispetto ai 102 del 2014. Tra le dipendenze quella che si fa largo con maggior prepotenza è il gioco d’azzardo che, negli ultimi 4 anni, è balzato da 14 a 36 casi, registrando per la prima volta l’ingresso di un ragazzo di 21 anni, il più giovane in assoluto. Il grafico della droga appare sostanzialmente stabile con 310 casi nello scorso anno (313 nel 2014) mentre cresce il consumo di alcol: 166 utenti nel 2015 rispetto ai 156 dell’anno precedente. Dall’attività complessiva del centro diurno del Sert emerge un nuovo elemento: in due anni sono aumentati i pazienti di sesso femminile. Infatti, lo scorso anno tra le 129 persone con comportamenti a rischio per le diverse dipendenze, seguite dalla struttura semiresidenziale, si è riscontrato un aumento (quasi il doppio) del gentil sesso: 44 utenti contro le 28 del 2014. Si è invece ridotto il numero di maschi nel periodo considerato: da 95 a 85. La Asl rimarca il ruolo dello sport come importante fattore di prevenzione. “Il senso della manifestazione di domani a San Gregorio”, dichiara la Spaziani, “è quello di promuovere la cultura degli stili di vita sani e del benessere della persona, in contrasto con i falsi miti di droghe e alcol, valorizzando l’importante ruolo educativo dello sport che si è sempre dimostrato valido deterrente all’utilizzo di tutte le sostanze. Lo sport permette di condividere emozioni, confrontarsi, sostenersi e annullare le distanze e le diseguaglianze sociali; esso alimenta nei giovani un sentimento di socialità e di cooperazione e permette loro di affermarsi senza danneggiare la propria salute”