Rassegna del 13 Giugno 2016

A cura di Roberto Argenta, Guido Dellagiacoma, Alessandro Sbarbada

 EURONEWS 13,06,2016

Euro 2016, Francia vieta alcol durante partite dopo scontri Marsiglia

Dopo la 3 giorni della vergogna a Marsiglia, la Francia corre ai ripari e vieta la vendita di alcol in occasione delle partite degli Europei.

La guerriglia urbana scattata con gli scontri tra hooligan britannici e russi ha fatto 35 feriti, 4 in modo grave; 10 le persone arrestate. L’annuncio del Ministro dell’Interno Bernard Cazeneuve, fatto soltanto a scontri terminati:

“Diversi prefetti hanno già imposto delle restrizioni riguardanti la vendita, il trasporto e il consumo di alcolici. Ho chiesto che vengano prese tutte le misure necessarie affinchè alla vigilia e il giorno della partita vengano proibiti in tutte le aree sensibili la vendita e il trasporto di bevande alcoliche” ha detto il Ministro.

L’Uefa ha condannato con fermezza le violenze avvenute fuori e dentro lo stadio e ha minacciato Inghilterra e Russia di squalifica se altri incidenti dovessero verificarsi. Una procedura disciplinare è stata inoltre avviata contro la Federazione Russa per gli assalti e il comportamento razzista dei tifosi sugli spalti.

 http://it.euronews.com/2016/06/13/euro-2016-francia-vieta-alcol-durante-partite-dopo-scontri-marsiglia/

 IL GIORNALE 13,06,2016

Europei, un tifoso ubriaco cade dal muraglione e muore a Nizza

Un tifoso dell'Irlanda del Nord è morto nella notte dopo essere caduto da un muraglione completamente sbronzo

Gli Europei di calcio 2016 fanno la loro prima vittima. Un tifoso nord irlandese è morto a Nizza nella notte, probabilmente dopo una caduta da ubriaco.

Come riporta la tv francese Bfmtv, l'uomo sarebbe stato ubriaco quando si sarebbe avvicinato a un muraglione di otto metri a strapiombo sul mare. Quindi, secondo una dinamica ancora non del tutto chiarita, è precipitato di sotto perdendo la vita.

Il tifoso dell'Irlanda del Nord aveva appena finito di assistere all'incontro di calcio fra la propria Nazionale e la Polonia, persa dai nord irlandesi per 1-0. Dall'isola di smeraldo ben diecimila supporter sono sciamati in massa verso Nizza, dove hanno guardato l'esordio della propria formazione nel torneo.

Europei in balìa degli hooligans

Nei giorni scorsi violentissimi scontri sono andati in scena a Marsiglia fra hooligans inglesi, polizia e ultras locali. Un tifoso inglese è ricoverato da sabato in condizioni gravissime e si trova ancora in ospedale a lottare fra la vita e la morte.

Sempre a Marsiglia gli inglesi si erano scontrati anche con i tifosi della Russia. Pure a Nizza, però, gli ultras di Polonia ed Irlanda del Nord se le erano date di santa ragione prima dell'inizio della partita: sette persone sono rimaste ferite, di cui una con una lesione alla testa.

 http://www.ilgiornale.it/news/cronache/europei-tifoso-ubriaco-cade-muraglione-e-muore-nizza-1270850.html

 MAI DIRE CALCIO 13,06,2016

Tavecchio: “Troppo alcool in vendita vicino agli stadi”

Alla vigilia del match inaugurale dell’Italia, dove gli Azzurri di Antonio Conte affronteranno il Belgio, Carlo Tavecchio è intervenuto ai microfoni di Sky Sport in attesa della conferenza stampa del commissario tecnico fissata per le 19.45 di stasera: “I fatti di Marsiglia sono vergognosi ma credo che tutto dipenda dall’utilizzo e vendita di alcool vicino allo stadio. Avevano bevuto tanto e sono andati fuori di testa. E’ grave, secondo me, bisogna ridurre la vendita. So che è un discorso difficile perché in tanti attendono questo momento per fare guadagni, ma i francesi sono all’altezza per difendere la legalità del torneo. Io non mi permetto di giudicare l’atteggiamento della Francia, credo che manterrà l’ordine come giusto che sia”…

 http://www.maidirecalcio.com/2016/06/12/tavecchio-alcool-vendita-vicino-stadi.html

 REPUBBLICA 13,06,2016

Monza, ubriaco alla guida provoca incidente: morta 24 enne, lui arrestato per omicidio

La ragazza è morta sul colpo. Era su una Panda che è stata centrata da una Cadillac. Il provvedimento in flagranza dei carabinieri di Desio

Una giovane di 24 anni è morta a Barlassina, in provincia di Monza e Brianza in un incidente stradale, provocato, secondo una prima ricostruzione, da un altro automobilista, che aveva un tasso alcolico tre volte superiore al consentito ed è stato arrestato per omicidio stradale. La ragazza stava tornando a casa verso le 4 di stamattina alla guida della sua Fiat Panda, che è stata scaraventata a oltre 10 metri di distanza da una Cadillac, condotta da un uomo di 31 anni.

Ancora da accertare l'esatta dinamica, ma sembra che la Cadillac procedesse a forte velocità. Inutili i soccorsi, la ragazza è morta sul colpo. L'uomo, che ha riportato fratture alle caviglie, è stato arrestato dai carabinieri di Desio (Monza) in flagranza per omicidio stradale. Quindi ricoverato in ospedale per accertamenti.

 http://milano.repubblica.it/cronaca/2016/06/12/news/incidenti_stradali_scontro_mortale_arrestato_omicidio_tasso_alcolico-141855042/

 VVOX

Grancona (Vi), morta 16enne investita da ubriaco

Erika Sagona non ce l’ha fatta. La sedicenne, investita venerdì da un autocarro a Spiazzo di Grancona, è morta ieri pomeriggio. Era ricoverata al San Bortolo di Vicenza dove era stata sottoposta ad un interventi chirurgico d’urgenza per ridurre le conseguenze dell’ematoma intracranico. I genitori hanno deciso di donare i suoi organi.

L’investitore è Giorgio Canevarollo, 52 anni, ed era al volante dell’autocarro con un tasso d’alcol nel sangue 4 volte superiore al limite (1,8 gr/l). Per lui potrebbero scattare le manette: rischia fino a 7 anni di carcere per omicidio colposo. Le immagini di una telecamera di videosorveglianza sono al vaglio della polizia stradale di Schio che ha eseguito i rilievi del tragico incidente.

 OTTOPAGINE.IT 12,06,2016

Schianto frontale, muore a 26 anni. Ubriaco l'altro guidatore

Fabio Iervolino è morto subito dopo essere arrivato in condizioni disperate in ospedale

Lo schianto nella notte tra abati e domenica ad Ottaviano

Rischia l’arresto per omicidio stradale il 26enne di San Gennaro Vesuviano che ieri alla guida della sua Bmw si è scontrato frontalmente e ad alta velocità in via Ferrovie dello Stato di Ottaviano contro una Smart. L'impatto è stato violentissimo. L'auto su cui viaggiava Fabio Iervolino è andata distrutta. La Smart si è ridotta ad un groviglio di lamiere e ha preso fuoco. Estrarre il 26enne di Ottaviano dall'abitacolo è stato particolarmente difficile per i soccorritori. Trasportato al vicino ospedale di Nola è morto poco dopo il ricovero a causa delle numerose lesioni interne causate dallo schianto, proprio mentre i medici lo stavano sottoponendo ad un delicato intervento chirurgico. L’altro guidatore invece ha riportato lievi lesioni. Sono stati effettuati come da prassi gli esami tossicologici e sarebbe emerso che aveva un tasso alcolico di 1,9 g/l. Ora la sua posizione è al vaglio degli inquirenti che ipotizzano il reato di omicidio stradale. Il corpo di Fabio Iervolino è già stato trasferito al policlinico di Napoli, dove oggi verrà effettuata l’autopsia, disposta dal pm della procura di Nola che ha aperto un’inchiesta. 

 http://www.ottopagine.it/cronaca/81158/schianto-frontale-muore-a-26-anni-ubriaco-l-altro-guidatore.shtml

 UMBRIA JOURNAL 13,06,2016

Ubriaco colpisce moglie con testata, in carcere

Gli agenti della Squadra Volante l’hanno trovata in strada, scalza e con il volto ricoperto di sangue. Era stata lei a chiamarli, intorno alle 19 di sabato sera, dopo essere stata aggredita dal marito nel loro appartamento di Borgo Bovio.

La giovane donna, cittadina rumena, madre di una bambina piccola e in attesa del secondo figlio, ha dichiarato di essere stata colpita con una testata al volto dal marito, connazionale di 41 anni, operaio, che al ritorno in casa, ubriaco, aveva preso ad insultarla poiché non aveva messo a posto la spesa, ma si era sdraiata a riposare un po’.

Dopo gli insulti, gli schiaffi e poi la testata con la quale le aveva fratturato il setto nasale, il tutto davanti alla figlia. La donna era però riuscita ad afferrare il cellulare e a scendere in strada da dove aveva telefonato al numero delle emergenze.

Gli agenti hanno rintracciato l’uomo poco distante dall’abitazione e lo hanno arrestato; è emerso che già in un’altra occasione aveva colpito la moglie con le stesse modalità; la donna lo aveva denunciato, per poi subito dopo ritirare la denuncia sulla base delle sue promesse a cambiare stile di vita. Ora si trova richiuso al carcere di vocabolo Sabbione a disposizione del Pubblico Ministero Marco Stramaglia.

 http://www.umbriajournal.com/apertura/ubriaco-colpisce-moglie-con-testata-in-carcere-204008/

 MESSAGGERO VENETO 13,06,2016

Gli sequestrano l'auto perchè ubriaco. 

Chiama l'amico in soccorso, ma risulta positivo anche lui

A Basiliano un settantesettenne risulta positivo all'alcol test. Rimasto senza veicolo chiede un passaggio all'amico che a un controllo degli stessi carabinieri risulta anch'egli con livelli fuori dalla norma. 

Un settantasettenne è stato fermato la scorsa notte a Basiliano dai carabinieri della Compagnia di Udine durante un normale controllo. Sottoposto all'alcol test è risultato positivo con un tasso vicino ai 2 mg/l.

E' scattato così il sequestro del veicolo. Trovandosi appiedato l'uomo ha pensato di chiedere un passaggio a un amico che è accorso velocemente sul posto.

Ma all'arrivo anche l'altra persona ha destato sospetti ai militari dell'Arma. Il successivo controllo ha rilevato che l'amico settantenne aveva ecceduto un pò nel corso della serata con qualche bicchiere di troppo.

E' così scattato anche il fermo amministrativo dell'altra auto e la seconda denuncia. Ai due amici non è rimasto altro che tornare a casa a piedi.

 http://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca/2016/06/13/news/gli-sequestrano-l-auto-perche-ubriaco-chiama-l-amico-in-soccorso-ma-risulta-positivo-anche-lui-1.13655194

 LA NUOVA SARDEGNA 12,06,2016

Travolta dall’auto guidata da un ubriaco, sassarese ferita

CAGLIARI. Una donna sassarese di 30 anni è stata investita venerdì notte a Cagliari, in via Ospedale. Era in compagnia di altre due persone, sono state travolte mentre camminavano sul marciapiede da una Nissan Micra condotta da un cagliaritano di 35 anni. L’uomo è poi risultato positivo all'alcoltest.

La donna sassarese è stata ricoverata al Policlinico universitario in osservazione, un'altra donna, 27 anni, di Cagliari che è stata dimessa con una prognosi di quindici giorni di cure, il terzo investito è un trentenne cagliaritano che ha riportato la frattura degli arti inferiori. Il conducente della Nissan è stato denunciato dalla polizia municipale che gli ha ritirato la patente.

  http://lanuovasardegna.gelocal.it/sassari/cronaca/2016/06/12/news/travolta-dall-auto-guidata-da-un-ubriaco-sassarese-ferita-1.13652130

 ROMAGNA NOI 13,06,2016

Ubriaco provoca un incidente e poi si scaglia contro la Polizia

Finisce nei guai un colombiano residente a Rimini controllato in via Bramante

Ha combinato due pasticci, uno più piccolo e l’altro invece molto più grande. Protagonista della storia che vi raccontiamo è un ragazzo colombiano residente a Rimini che l’altra sera in via Bramante ha provocato un incidente stradale senza conseguenze per sè e per gli altri tranne i danni ai mezzi. Il problema è che quando sul posto è arrivata la Volante della Polizia il giovane ha cominciato a dare in escandescenze. Il motivo c’è: al volante del mezzo che conduceva, il ragazzotto straniero non ci poteva stare perché aveva un tasso alcolemico sopra la quota consentita. Ed i rilievi in questo senso sono stati inevitabili.

Quando il giovane straniero ha capito di essersi ficcato nei guai ha cercato di risolverla con la forza scagliandosi contro gli agenti in servizio che invece non ci hanno messo molto a placarlo e a ricondurlo verso una condotta più propensa alla situazione. E’ stato pertanto denunciato per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale. Non c’è stata colluttazione e questo gli attenuerà la condanna quando verrà giudicato dal tribunale.

 http://www.romagnanoi.it/news/home/1226314/Ubriaco-provoca-un-incidente-e-poi.html

 ESTENSE 13,06,2016

Ubriaco molesta passanti e insulta i carabinieri

L’uomo è stato prima bloccato e poi arrestato per resistenza a pubblico ufficiale

I carabinieri nel corso del servizio di controllo del territorio sono intervenuti, a seguito di richiesta pervenuta al 112, presso Chiesanuova, frazione di Poggio Renatico, dove era stato segnalato una persona che, in stato di alterazione dovuta all’ebbrezza alcolica, disturbava le persone.

Questi, P.M., 50enne ferrarese con alle spalle già dei precedenti, all’arrivo dei militari ha dato in escandescenza, iniziando a insultare e a spintonare gli uomini dell’Arma. Per questo l’uomo è stato prima bloccato e poi arrestato per resistenza a pubblico ufficiale.

Dopo la formalizzazione dell’arresto avvenuto in caserma, il 50enne, su disposizione del magistrato di turno, è stato portato in carcere a Ferrara.

 http://www.estense.com/?p=554663

 REPUBBLICA 13,06,2016

Andria, ubriaco alla guida sorpassa sulle strisce, travolge ciclista di 14 anni e scappa: arrestato

Ai domiciliari un 25enne di Andria trovato in stato di ebbrezza dai carabinieri che sono riusciti a rintracciarlo grazie alle telecamere di sicurezza. Era fuggito dopo aver investito il ragazzino ricoverato in ospedali con lesioni gravi

I carabinieri di Bisceglie e Andria hanno arrestato un 25enne incensurato per aver investito e omesso di soccorrere un ciclista. A bordo di una Citroen C2 la mattina di domenica 12 giugno, l'automobilista ha effettuato un sorpasso in prossimità di un attraversamento pedonale, travolgendo un ciclista di 14 anni. Il ragazzo è stato sbalzato sul selciato ed ha riportato serie lesioni, per le quali è stato ricoverato in ospedale.

L'automobilista è scappato senza soccorrere il ciclista. Grazie alle immagini di videosorveglianza cittadine i carabinieri in poche ore sono riusciti a risalire alla targa del veicolo e, in brevissimo tempo, a individuare il pirata della strada vicino alla propria abitazione in Andria.

Il 25enne pirata della strada, oltre ad aver effettuato una manovra azzardata in centro abitato, si trovava in stato di ebbrezza alcolica. Arrestato ai domiciliari, dovrà ora rispondere di omissione di soccorso, guida in stato di ebbrezza e lesioni personali stradali gravi.

 http://bari.repubblica.it/cronaca/2016/06/13/news/andria_ubriaco_alla_guida_sorpassa_sulle_strisce_pedonali_e_travolge_un_ciclista_di_14_anni_arrestato_pirata-141905175/

 NEWSGO.IT 13,06,2016

Camerieri picchiati da ragazzi ubriachi a Trastevere dopo un rimprovero

Due camerieri di nazionalità bengalese sono stati pestati da alcuni giovani ubriachi nei pressi del locale in cui lavorano, una trattoria di vicolo del Leopardo, a Trastevere. Come riferito dal Corriere della Sera, i residenti hanno assistito alla rissa mentre i due stranieri chiudevano la saracinesca del ristorante.

I giovani se la sono presa con i camerieri e la titolare che avevano invitato a non fare chiasso: la stessa ristoratrice è stata spintonata e fatta cadere a terra. Una delle vittime ha subito la frattura del naso, oltre a un taglio in testa. Non è la prima volta che vengono segnalati schiamazzi di questo tipo, favoriti dalla vendita di alcolici fino a tarda notte.

 http://newsgo.it/2016/06/camerieri-picchiati-ragazzi-ubriachi-trastevere-un-rimprovero/

 GONEWS.IT 12,06,2016

Ubriaca sperona un’auto e continua indisturbata, ma l’altro conducente la insegue e chiama i carabinieri 

Cronaca Siena 

Se sei sobrio la precedenza in una rotonda ce l’hai se la percorri per primo, se hai alzato il gomito poco prima la precedenza ce l’hai sempre e comunque. Il problema si presenta allorquando a voler entrare sulla rotonda sono esponenti di entrambe le categorie in contemporanea. Potrebbe succedere, come è accaduto ieri a Sovicille, che si debbano patire dei danni, in questo caso fortunatamente solo ai mezzi, per un inatteso speronamento. Un quarantunenne italiano sobrio a bordo di una berlina, essendo in anticipo occupava il rondò, in quel mentre sopraggiungeva una quarantottenne tedesca a bordo di una seconda berlina e lo speronava. Noncurante dell’urto perpetrato, la donna proseguiva sulla propria strada come se niente fosse, inseguita dalla parte offesa. Lo speronato era a dir poco furente per quanto accaduto e mentre inseguiva la donna con fiero cipiglio, effettuava una chiamata al 112. In pochi istanti sopraggiungeva l’autoradio del NORM dei Carabinieri di Siena, proprio allorquando, a forza di suonare il clacson, l’uomo era riuscito a far fermare la donna sul ciglio della strada. I Militari dell’Arma non facevano troppa fatica nel ricostruire le responsabilità. Durante il controllo la signora manifestava chiari sintomi che facevano sospettare un recente abuso di sostanze alcoliche, ovvero alito vinoso, occhi lucidi, andatura barcollante, eccessiva euforia, loquacità confusa. A questo punto, secondo consolidato protocollo e previsioni di legge, i Carabinieri esortavano la donna a sottoporsi alla prova speditiva per la verifica del tasso alcolemico, tramite l’apparecchiatura in dotazione ai Militari stessi, estratta per l’occasione da una valigetta custodita nel bagagliaio della gazzella. Nonostante i Carabinieri avessero ripetuto più volte l’invito, la donna in altrettante circostanze recisamente rifiutava, asserendo di non avere alcuna intenzione di sottoporvisi. A questo punto i Militari davano corso alle contestazioni ai sensi dell’art.186 comma 7 del codice della strada, che è un po’ come fare strike in negativo: 10 punti sottratti alla patente, sospensione e ritiro della stessa, inviata per l’ulteriore corso di legge alla Prefettura di Siena e denuncia per guida in stato di ebbrezza alcolica alla Procura della Repubblica. Non si procedeva al sequestro e alla confisca del veicolo in quanto di proprietà del marito della donna, che nel frattempo era sopraggiunto sul luogo dei fatti e da quel momento in poi si prendeva cura dell’auto e della moglie. Lo speronato avrà modo di rifarsi dei danni: quanto accaduto è stato ampiamente documentato dai Militari dell’Arma.

 http://www.gonews.it/2016/06/12/ubriaca-sperona-unauto-continua-indisturbata-laltro-conducente-la-insegue-chiama-carabinieri/

 LIFESTAR

Eric Clapton: i suoi problemi di salute gli impediscono di suonare

Di Carolina Bonito

Il leggendario chitarrista Eric Clapton ha confessato ultimamente di avere seri problemi a suonare a causa dei suoi problemi di salute.

Anni fa a Clapton è stata infatti diagnosticata una rara malattia degenerativa che attacca il sistema nervoso e che pare stia compromettendo le sue abilità musicali così come dichiarato dal chitarrista in una recente intervista per la rivista Classic Rock.

“Posso ancora suonare ma per me è diventato molto difficile. Nell’ultimo anno ho avuto molti problemi; tutto è iniziato con dei forti dolori alla schiena che si sono trasformati in quella che viene chiamata una neuropatia periferica. E’ quindi molto difficile per me suonare la chitarra. Devo inoltre accettare il fatto che le cose non miglioreranno, anzi, potranno solo peggiorare. Nonostante tutto sono molto fortunato ad essere ancora vivo perché avrei potuto tirare le cuoia molto tempo fa e invece, chissà per quale strana ragione, mi è stata data un’altra possibilità.”

Questa gravissima malattia interessa il sistema nervoso e provoca danni alle estremità del corpo come quindi gli arti superiori ed inferiori, danneggiandoli irreparabilmente. Nonostante le cause di tale patologia siano ancora sconosciute, pare che l’eccessivo consumo di alcol possa aver contribuito alla sua comparsa.

 

Mail priva di virus. www.avast.com