Rassegna del 17 Gennaio 2016

A cura di Alessandro Sbarbada, Guido Dellagiacoma, Roberto Argenta

RIVIERA24

Chiuso il “Night and Day” per 15 giorni: le reazioni dei colleghi

Il Sindaco Pallanca: "Non entro nel merito della questione, è un provvedimento preso dalla Prefettura"

di Alice Spagnolo - 16 gennaio 2016 

Bordighera. Sono diverse le reazioni dei titolari di bar e locali pubblici in merito alla forzata chiusura del “Night and Day”, punito con 15 giorni di stop per “la presenza, costante di avventori gravati da numerosi precedenti penali nonché la somministrazione di bevande alcoliche a minorenni”, come si legge nel comunicato emesso dalla Questura.

E se il sindaco della Città delle Palme, Giacomo Pallanca, preferisce non sbilanciarsi sulla questione, dicendo che il provvedimento è stato preso dalla Prefettura, alcuni baristi lo fanno. “Mi dispiace molto”, dice qualcuno, “Quindici giorni di inattività sono tanti e possono portare al fallimento di un’attività. E poi il problema non si risolve: i ragazzini comprano, o si fanno comprare, bottiglie di superalcolici nei supermercati e poi se le bevono nei giardini del Palazzo del Parco”.

D’altra parte però la legge parla chiaro: somministrare alcolici ai minori è reato. “Ma sono gli unici a bere tanto”, dicono altri, che però preferiscono “perdere una bevuta piuttosto che rischiare”.

“La legge è scocciante, lo capisco”, dichiara una barista, “Ma c’è è va rispettata. Da me i giovanissimi non vengono più perché sanno che non riceveranno alcolici. Avrò perso dei clienti, ma almeno non rischio la licenza”.

Alla domanda se si fossero accorti di quanto accaduto – stando agli accertamenti delle forze dell’ordine – al “Night and Day”, quasi tutti rispondono allo stesso modo: “Non ne sapevo nulla, ma se i carabinieri hanno denunciato la situazione è perché avranno i loro buoni motivi”.

“Già una volta lo avevano fatto chiudere”, ricorda il gestore di un bar, “Non avrebbe dovuto sgarrare di nuovo. Comunque mi dispiace: quindici giorni di chiusura sono tanti”.

GENOVATODAY

Albaro, ubriaco molesta ragazze in discoteca e insulta poliziotti

Notte di paura per alcune clienti di un noto locale della movida cittadina, aggredite da un 25enne che una volta accompagnato in Questura si è ribellato agli agenti minacciandoli

16 gennaio 2016 - Ha molestato alcune ragazze in discoteca, schiaffeggiandone una e terrorizzando i clienti costringendo il personale a chiamare la polizia: è successo questa notte poco prima dell’una, e a finire in Questura è stato un giovane di 25 anni che è stato denunciato.

Tutto è successo in un noto locale notturno di corso Italia: al loro arrivo gli agenti hanno trovato il 25enne a petto nudo, ubriaco e agitato, l’hanno bloccato e accompagnato in Questura, mentre alcuni colleghi raccoglievano le testimonianze delle ragazze molestate, una delle quali, raggiunta al volto da un violento schiaffo, è stata accompagnata in ospedale dove è stata medicata e dimessa con 5 giorni di prognosi.

Per l’aggressore, che accompagnato in Questura ha continuato a minacciare e insultare i poliziotti, è scatta la denuncia per i reati di lesioni personali e minacce a pubblico ufficiale, oltre alla multa per ubriachezza manifesta.

CORRIERE.IT

I minimarket e i fiumi di alcol

ROMA - Panini confezionati, detersivi e cosmetici da viaggio, bibite a prezzi da miraggio nel deserto. Ma soprattutto superalcolici come vodka, gin e whiskey e poi spumanti e vini. I minimarket gestiti al 99% da bengalesi che al tramonto accendono la luce rossa «Open» e rimangono aperti fino alle due di notte, stanno proliferando nel centro storico e sulle vie pedonali del Giubileo.In Corso Vittorio ce ne sono cinque in poco meno di un chilometro e quando all’altezza della chiesa di Sant’Andrea della Valle si gira per corso Rinascimento, se ne incontrano altri due. Locali che fino a tre anni fa non c’erano. Non più grandi di 20 metri quadrati si trovano nella zona battuta dai turisti, piena di b&b e affittacamere e a pochi metri da piazza Navona, Pantheon e Campo de’ Fiori. Con prezzi molto più alti rispetto a quelli di un supermercato medio: ad esempio «Absolut Vodka» che su internet ha un prezzo di 22 euro, è venduta a 30. 

SANREMONEWS

Imperia: ubriaco al volante, urta una pattuglia dei Carabinieri

Il sinistro è stato rilevato dalla Polizia Stradale che ha constatato il tasso alcolemico del cinquantenne sopra il consentito. Per l'uomo è scattata la contravvenzione e il ritiro della patente

Ubriaco non dà la precedenza a una pattuglia dei Carabinieri e la urta. E' successo questa notte, poco dopo l'una, a Oneglia, dove un uomo di 50 anni, a bordo di una vettura si è scontrato contro una pattuglia dell'Arma dei Carabinieri. Pochi danni per fortuna alle auto e lievi lesioni per i militari.

Il sinistro è stato rilevato dalla Polizia Stradale che ha constatato il tasso alcolemico del cinquantenne sopra il consentito. Per l'uomo è scattata la contravvenzione e il ritiro della patente.

La Polizia Stradale ha operato nella notte anche a Sanremo, dove tra le due e le cinque, in corso Imperatrice, tre pattuglie hanno effettuato trenta controlli e hanno eseguito due denunce per guida in stato di ebbrezza.

FORLITODAY

Ubriaca a zigzag: al volante 27enne ubriaca con foglio rosa

Gli agenti della Volante della Questura di Forlì si sono attivati in seguito ad una segnalazione al 113, nella quale veniva indicata un'auto che circolava con fare incerto

Una "Renault Twingo" che zigzagava pericolosamente per le vie della città fermata nel cuore della nottata tra venerdì e sabato dalla Polizia. Gli agenti della Volante della Questura di Forlì si sono attivati in seguito ad una segnalazione al 113, nella quale veniva indicata un'auto che circolava con fare incerto. La vettura è stata fermata intorno all'una in Piazzale della Vittoria: al volante vi era una 27enne italiana, con foglio rosa, con un tasso alcolemico di 1,40 grammi per litro. Al suo fianco c'era una romena di 25 anni, alticcia con 1,19 grammi. Il codice della strada impone che il titolare di un foglio rosa può guidare solo se si è accompagnati da una persona che ha la patente della stessa tipologia di colui che possiede il foglio rosa e se la possiede da più di 10 anni. Per questo motivo la 25enne è stata sanzionata, mentre la 27enne è stata denunciata per guida in stato d'ebbrezza. L'auto è stata affidata ad un conoscente.

NEWSFIDELITYHOUSE

Occhio ai drink alcolici: hanno le stesse calorie della pasta al forno

Vengono consumati serenamente in compagnia degli amici, durante uno spritz o una serata in discoteca. Non tutti sanno però che i cocktail alcolici sono nemici della silhouette e della salute

17 GENNAIO 2016 

Quando si è in compagnia di amiche e amici in occasione di uno spritz o una serata in discoteca, non si tiene conto delle calorie contenute nei drink che si sorseggiano. Occorre però sapere che certi cocktail sono delle vere e proprie bombe di calorie paragonabili all’introito energetico che un cheeseburger e/o un piatto di pasta possono apportare.

Sono infinite le varietà di drink alcolici serviti nei locali e nei pub, ma fra tutti alcuni di loro si distinguono in particolar modo per le loro eccessive calorie. Il celeberrimo “Long Island”, ad esempio, è un cocktail alquanto alcolico realizzato con gin, rum, vodka, Triple sec, Coca cola e succo di limone. Apporta ben 720 kcal a bicchiere: ovvero le medesime calorie di 3 wurstel grandi.

Un altro popolare drink alcolico ricco di kcal è il “Margarita”, un cocktail messicano bevuto e apprezzato in tutto il mondo. E’ composto da Tequila, Triple sec, succo di limone e ghiaccio. Ebbene tale cocktail apporta esattamente 680 calorie a bicchiere, vale a dire lo stesso introito calorico di un piatto di Roast Beef con contorno di patate.

Infine, ultimo ma non per importanza, ricordiamo lo “Strawberry Daiquiri”, molto dolce e apprezzato in particolar modo dalle donne. E’ preparato con liquore alla fragola, Rum, fragole e succo di lime. Le calorie di un bicchiere di Strawberry Daiquiri sono all’incirca 220, le medesime kcal di una bella ciambella zuccherata.